200 ORE di Fiammetta Rossi

200 Ore di Fiammetta Rossi, edito Delos Digital. Una lettura leggera e delicata, che si affaccia su quel limbo diviso tra spensieratezza adolescenziale e inquietudini dell’età adulta.

200 Ore di Fiammetta Rossi

“Il pettirosso prova le sue ali. Non conosce la via, ma si mette in viaggio verso una primavera di cui ha udito parlare.”

Emily Dickinson

Margherita Ghisolfi-Ghia è una giovane ragazza che frequenta l’ultimo anno al liceo San Bartolomeo di Milano. E pare non le manchi nulla: ottimi voti a scuola, tanti amici, proveniente da una famiglia molto facoltosa, con passioni e hobby di varia natura…eppure Titta, questo il suo diminutivo, si sente sempre più stretta nella morsa delle decisioni prese dalla mamma, Lidia Ghisolfi-Ghia, dottoressa in ospedale e generale spietato tra le mura domestiche. Una donna dal pugno duro, che tende a pianificare sempre tutto per cercare di eludere il caso, per se stessa e per il bene dei propri figli. I piani per Lidia sono chiari: Tommaso, il primo figlio, avrebbe fatto l’avvocato come il suo papà; Titta, invece, avrebbe studiato medicina e sarebbe diventata medico come lei. Margherita, che è sempre stata ubbidiente e accondiscendente al volere materno, sente lievitare il peso di questa condizione che tollera sempre meno e decide di compiere un piccolo personale atto rivoluzionario quando, nel momento di scegliere dove svolgere le 200 ore di stage di alternanza scuola-lavoro, previste per tutti gli studenti degli istituti che hanno aderito al principio della scuola aperta così come stabilito dalla legge 107 del 2015, invece di preferire l’unità operativa o qualche laboratorio di appoggio a cui faceva capo l’ospedale Humanitas, opta per la Boca-Lobovitz, una delle più importanti aziende italiane nella produzione di mobili di lusso dal design altamente innovativo, con sede a Milano, in piazza XXIV Maggio. Ovviamente la mamma non è d’accordo, e cerca di convincere Titta a rivalutare la sua decisione. Ma la giovane è irremovibile, anche se si ritrova a combattere con dubbi e riflessioni.

…per tutto il tempo aveva continuato a chiedersi cosa l’avesse spinta a prendere una decisione così lontana da tutto ciò che conosceva. Per fare un dispetto a mamma o alla nonna che volevano fare di lei la figlia e la nipote perfetta, una bambolina di porcellana delicata e obbediente? Cosa c’era di così brutto che non andava, nella sua vita? Dopotutto non le mancava nulla…allora perché si sentiva in trappola?”

Comincia così per Margherita una sorta di viaggio verso nuove consapevolezze, strane, inaspettate e inimmaginabili. Si addentra nel mondo degli adulti, scoprendo, giorno per giorno, che presenta complicazioni, ambiguità e problematiche tanto imponenti quanto assurde. E conosce Francesco, un ragazzo bello e misterioso, con un passato turbolento, factotum della Boca-Lobovitz, con cui si ritrova a condividere la passione per la fotografia.

Quando giri con la macchina è un po’ come se avessi un superpotere: quello di scoprire qualcosa di speciale che gli altri nemmeno notano. E guarda che non c’entra niente con la bellezza che tutti si aspettano, tipo fotografare un gattino o un bel tramonto. È una sensazione unica, solo tua, di libertà infinita. Pensaci. Ci sono migliaia di storie, ognuna diversa dalle altre. Le leggi nei gesti delle persone, nei loro movimenti, persino negli occhi della gente. Ti capita mai di osservarli? (…) Magari in questo stesso momento si sta consumando un dramma, o un amore. Devi saper osservare. C’è la vita in ogni cosa, ma prima di immortalarla devi saperla riconoscere…”

Tra non poche difficoltà, pettegolezzi e ostilità, il percorso selettivo di Titta diventa inarrestabile. La responsabilità delle proprie scelte la rende consapevole del suo essere, a dispetto di tutto ciò che gli altri si sarebbero aspettati da quel piccolo fiore che arrancava per poter sbocciare in totale libertà.

L’autrice in questo romanzo assolutamente piacevole, punta i riflettori su un periodo della vita tanto magico quanto complesso, che tutti abbiamo attraversato e che tutti saranno destinati a vivere: il passaggio dall’adolescenza all’età adulta, fatto di sogni, di progetti, di programmi, ma anche di delusioni, di porte chiuse in faccia, di contrasti generazionali. Un messaggio, che condivido pienamente, arriva chiaro: i figli sono nostri ma non ci appartengono. Sono destinati alla loro esistenza e alle loro inclinazioni. E, soprattutto, non sono lo strumento grazie al quale i genitori possono realizzare i progetti che non sono riusciti a concretizzare in gioventù.

Una lettura leggera e delicata, che si affaccia su quel limbo diviso tra spensieratezza adolescenziale e inquietudini dell’età adulta.

Un romanzo che mi è piaciuto tanto, che consiglio a tutti

Ti sei mai sentita soffocata dalle attenzioni e dalle aspettative della tua famiglia tanto da avere la tentazione di mollare tutto e andartene? Margherita è così: è esausta e sente di non avere scampo. È nata in una famiglia bene di Milano, la sua vita è programmata fin nel minimo dettaglio. Poi accade qualcosa: un litigio di troppo e lei trova il modo (o il coraggio?) di vendicarsi. Farà il suo stage di 200 ore in un mobilificio di lusso, anziché nell’ospedale dove lavora sua madre. Titta viene così catapultata in un ambiente diverso da quello in cui è vissuta, dove arroganza e cinismo riescono a farla sentire inadeguata. Per fortuna ci sono anche colleghi simpatici con cui chiacchierare e prendere un caffè, e poi c’è Francesco, corteggiato da tutte, che ha qualcosa che a lei manca: la libertà di decidere della propria vita. Margherita all’inizio lo detesta: lui è strafottente, sicuro di sé e non fa che prenderla in giro chiamandola principessa viziata; i battibecchi sono all’ordine del giorno, ma fra loro scatta comunque la scintilla. Quando tutto sembra andare bene, Margherita scopre il segreto di Francesco e un evento imprevisto rischia di mandare a monte il suo stage al mobilificio. In bilico fra due vite, Titta farà la scelta giusta?

Autore: Fiammetta Rossi
Editore: Delos Digital
Collana: Odissea. Narrativa
Anno edizione: 2022
In commercio dal: 17 febbraio 2022
Pagine: 264 p., Brossura
EAN: 9788825419122

Pubblicato da Fabiana Manna

Salve! Sono Fabiana Manna e adoro i libri, l’arte, la musica e i viaggi. Amo la lettura in ogni sua forma, anche se prediligo i thriller, i gialli e i romanzi a sfondo psicologico. Sono assolutamente entusiasta dell’idea della condivisione delle emozioni, delle impressioni e delle percezioni che scaturiscono dalla lettura e dalla cultura. Spero di essere una buona compagna di viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.