Adelaide di Antonella Ferrari

Adelaide di Antonella Ferrari

Adelaide di Antonella Ferrari, edito Castelvecchi Editore. Recensione.

Il palazzo dei Majo a Chieti divenuto un museo, è visitato spesso da scolaresche e turisti, Giulia ne è la custode.

La ragazza sente una presenza sovrannaturale : è Adelaide Majo, capostipite della famiglia, racconta la storia della famiglia scrivendo su una moleskine lasciata lì da Giulia.

Adelaide è una donna vissuta nell’ottocento, nubile per scelta, aristocratica, protetta nelle sue scelte dal suo casato. Nubile, libera da ogni condizionamento sociale, nei movimenti, vive la sua vita di capostipite e donna in piena autorevolezza e libertà, situazione non usuale nella prima parte dell’800′, soprattutto nelel famiglie aristocratiche. Ma lei vive in una piccola città dell’Abruzzo : Chieti dove i majo sono i Signori incontrastati.

A tratti pian piano la presenza sovrannaturale scrive la sua storia, costellata da vizi e virtù della famiglia e delle persone che facevano parte del loro entourage.

I moti carbonari, l’Unità d’Italia, Giuseppe Mazzini, tante figure storiche e tanti personaggi di fantasia, danno vita a un romanzo ambientato ai tempi delle lotte carbonare.

La storia della famiglia non è raccontata in modo romantico, ma con occhi realisti, porta alla luce i vizi nascosti che apparentemente sembrano lontani dal contesto storico della narrazione, erano soltanto ben nascosti, soprattutto nelle famiglie di un certo lignaggio.

L’amore omosessuale che fino a pochi anni prima era condannato con la pena di morte, diventa forma di ricatto, pettegolezzo, pruriti curiosi e malefici che possono distruggere delle vite.

Ma adelaide mantiene e protegge la famiglia in maniera egregia, senza falsi moralismi.

Una storia interessante, ben delineata nel suo contesto storico : i moti carbonari.

Una famiglia un piccolo centro, la vita dorata delle famiglie abbienti. Uno spaccato di vitya dell’epoca.

I personaggi sono ben inseriti nel contesto storico, in cui si muovono.

Le Lettere dall’aldilà sono un curioso arteficio letterario per raccontare la storia dei Majo, una famiglia che rischia ogni giorno per l’attività sovversiva dei suoi membri. Infatti il sogno di Adelaide è quello di conoscere di persona Giuseppe Mazzini.

Ne consiglio la lettura, poche pagine gradevolissime e soprattutto scritte con perizia storico letteraria.

Elisa Santucci

Editore: Castelvecchi
Collana: Tasti
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 15 settembre 2020
Pagine: 112 p., Brossura
EAN: 9788832828993

https://www.ibs.it/adelaide-libro-antonella-ferrari/e/9788832828993

Sinossi

Colonna portante della nobile famiglia Mayo, Adelaide vive nell’Ottocento con la mentalità e la spregiudicatezza di una donna di oggi. Libera di agire e di pensare come desidera, insieme a fratelli e amici aderisce alla Carboneria, gettandosi nella lotta politica. Nubile per scelta, vive godendo di tutti i privilegi che la sua posizione sociale le offre. Un intrigante intreccio di amori proibiti, di vizi e virtù, e di rivolte politiche sullo sfondo della provincia abruzzese di due secoli fa.

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci, fondatrice ed amministratrice dall'8 luglio 2016 . Il blog nasce dalla mia passione per i libri da sempre, dalla voglia di parlarne e fare rete culturale, perché io penso che il web, i blog, i social si possono usare in tanti modi, io ho scelto di creare un'oasi culturale. io sono pienamente convinta che leggere ci insegna a pensare e a essere liberi. "Leggere regala un pensiero libero come un volo di farfalle, un’anima con i colori dell’arcobaleno , forza e creatività" è il mio motto. Editor freelance, correttore di bozze, grafica. Servizi editoriali .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.