Blog tour – Philips il peso della passato, le scelte e i segreti.

Philips il peso del passato, le scelte e i segreti.

In questa tappa parliamo di Philips il cattivo della storia , Daniela Tess nell’ultimo capitolo della serie ” Oltre”ci racconta la sua vita travagliata e come sempre accade i motivi che lo hanno portato a diventare l’uomo senza scrupoli e affetti che abbiamo conosciuto nei tre libri.

Il cattivo della storia , il più odiato dai lettori ,ma come in tutte le storie il personaggio più complesso e dalle mille sfaccettature.

Philips ha un passato di dolore , è stato un bambino non amato dalla famiglia e soprattutto da suo padre , perché figlio di una violenza subito dalla madre. Il bambino vittima inconsapevole è cresciuto con estrema durezza, gli è stato insegnato a difendersi dalla tenera età. l’unica luce in quell’infanzia tribolato è Jane , che lo consola, accetta di curare il suo amatissimo cane, è l’unica persona al mondo di cui il ragazzo si fida. Ma la vita li porta lontano lui viene mandato ad Eton e perde di vista la sua unica amica.

Ma la vita come sempre compie i percorsi che vuole, e i due ragazzi ormai adulti si rincontrano adulti , si sposano ed hanno due bambini, ma ormai il cuore di Philips si è indurito come granito, si da al vizio , al gioco , sposa Jane solo perché un’ereditiera, per poi dissiparne tutto il patrimonio.

Noi lo abbiamo conosciuto quando pur di mettere le mani sul patrimonio del duca scelto da suo padre per Alyce , allontana Lucas per sempre da lei, facendolo in accordo con il duca quasi ammazzare.

E’ un uomo tormentato, innamoratissimo di sua moglie Jane,maormai convintosi di essere marcio dentro, l’allontana da lui e la fa soffrire indicibilmente, Jane da parte sua ha un amore immenso per lui , tale da sopportarne le terribile angherie.

Ma tutto ha un limite e Jane minaccia di lasciarlo, e la paura lo fa rinsavire. Philips non è un demonio come ha sempre creduto di essere, ma solo un uomo che nella sua infanzia è stato maltrattato dai genitori che avrebbero dovuto proteggerlo.

La personalità di Philips è piena di sfaccettature, ama ma rifiuta, ha il terrore di rendere noto il suo amore, perché da sempre il suo amore è stato rifiutato e vilipeso.

Era incredibile come quella donna riuscisse a calmarlo, almeno un poco. Dopo aver fatto l’amore, la prima volta più impetuosamente e la seconda più dolcemente, si era addormentato con lei di fianco , nuda, incollata a lui, stretta nella morsa di acciaio delle sue braccia. Lei avrebbe voluto scostarsi ma lui non glielo aveva permesso. E questa cosa lo spaventava. Lo terrorizzava,Quella voglia, quel bisogno di sua moglie. Quel volr rimarcare sempre che fosse sua. L’incapacità di lasciarla andare, di salvarla da se stessa e da lui.

Un uomo con un’anima dilaniata, vive nel suo inferno personale che nel corso degli anni si è creato da solo , per proteggersi dalle sofferenze, troppe ne ha subite negli formativi dell’infanzia.

Daniela Tess nell’ultimo capitolo della saga da una possibilità anche a lui,facendolo rinsavire e far uscire fuori l’amore che ha nel suo cuore. Anche sua sorella Alyce felice con il suo Lucas ormai suo marito e padre di suo figlio , lo perdona e lo accoglie in seno alla sua famiglia.

E finalmente anche per Philips arriva il momento dell’amore.

Elisa Santucci

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci, fondatrice ed amministratrice dall'8 luglio 2016 . Il blog nasce dalla mia passione per i libri da sempre, dalla voglia di parlarne e fare rete culturale, perché io penso che il web, i blog, i social si possono usare in tanti modi, io ho scelto di creare un'oasi culturale. io sono pienamente convinta che leggere ci insegna a pensare e a essere liberi. "Leggere regala un pensiero libero come un volo di farfalle, un’anima con i colori dell’arcobaleno , forza e creatività" è il mio motto. Editor freelance, correttore di bozze, grafica. Servizi editoriali .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.