Casca il mondo, casca la terra di Catena Fiorello

Casca il mondo, casca la terra di Catena Fiorello

Autore: Catena Fiorello

Titolo: Casca il mondo, casca la terra

Editore: Rizzoli

Collana: Best BUR

Anno: 2013

Pagg: 324 – Tascabile

Prezzo: €. 10,00

 

Una famiglia facoltosa della “Roma bene”. Alberto, avvocato penalista, bello, brillante, raffinato, elegante. Vittoria, donna problematica, “arrampicatrice sociale” non appartenente alla “casta”, eterna insoddisfatta, attenta all’apparire, dedita al gossip e allo shopping; innamorata dei figli e della sua famiglia apparentemente perfetta. Una sorta di gabbia dorata, traboccante di bugie, inganni, segreti, malcontenti e tradimenti. Un romanzo che rispecchia fedelmente la società odierna, una netta dicotomia tra benessere e “povertà”. Sfarzo, lusso, benessere, spreco ed eccessi da un lato; sacrifici, lotta per far quadrare i bilanci e perdita del lavoro dall’altro.

La lettura imprevista di un  messaggio sul cellulare di Alberto rompe l’equilibrio, già precario, della famiglia, svelando la presenza di un’ amante, una giovane donna, Laura.  Vittoria non si dà pace e con una serie di bugie e di inganni riuscirà a trovare Laura e fingendosi sua amica riuscirà a carpirne confidenze e confessioni. 

“…….quasi ogni bugia contiene in sé una sconfitta, un fallimento, o un’impercettibile ammissione di colpa, che, va da sé, è difficile comprendere se la si guarda con l’unico intento di smascherarla. ….” 

Vittoria, che si scopre essere il fulcro dell’intera vicenda, grazie alla finta amicizia con Laura, inizierà un percorso introspettivo a ritroso, ponendosi una serie di domande che metteranno in discussione le sue certezze. Emergeranno tutte le sue fragilità e crolleranno quei muri eretti per proteggersi dall’intrusione di quella Vita “mediocre” che aveva allontanato con tutte le sue forze. Vittoria riuscirà pian piano a “risvegliarsi” dal sogno in cui aveva intrappolato la sua esistenza e quella dei suoi familiari. Inizierà a fare i conti con la realtà, la più cruda, quella negata anche a stessa e dalla quale era irrimediabilmente fuggita, per paura di soffrire, rintanandosi in un castello di carte ormai crollato.

  “……Si resta soli nel dolore, e si ha tutto il tempo per guardare il vuoto che si apre intorno a noi, come una forra ingorda che miri solo a risucchiarci. …..”

Un romanzo ricco di continui colpi di scena. Molto dettagliata la descrizione tanto dei luoghi quanto dei personaggi, tanto da avere la sensazione di essere accanto a loro, di essere una spettatrice involontaria in ogni dialogo e in ogni monologo.

Lettura scorrevole; interessante l’intreccio dei temi trattati: sentimenti in senso lato, fede, religione, denaro, salute, malattia ,morte, perdono; storia avvincente, dagli sviluppi inaspettati e dal finale a sorpresa.

Un romanzo che ti porta inevitabilmente a riflettere sull’importanza  di non perdere mai di vista i veri valori della vita e di quanto sia facile smarrire il contatto con la realtà; di come troppo spesso quella che crediamo essere “la famiglia ideale”, “la coppia perfetta”, nasconda al suo interno fragilità e insoddisfazioni non sempre attribuibili ad una sola persona. Si sbaglia sempre in due, anche se ammetterlo non risulta facile.

“……Il dolore non sempre unisce. A volte, crudelmente separa quello che di indeciso rimane…….”

Teresa Anania

Catena Fiorello

Catena Fiorello nata a Catania il 10 agosto del 1966. E’  una scrittrice, autrice e conduttrice televisiva   È sorella dello showman Rosario Fiorello e dell’attore Beppe Fiorello. Ha collaborato principalmente all’elaborazione dei testi per numerosi programmi, come Festivalbar e Buona Domenica e a vari programmi radiofonici. Tra i suoi libri ricordiamo: Nati senza camicia. Venti interviste a grandi imprenditori e personaggi famosi che hanno cambiato il loro destino con la sola forza di volontà.

Picciridda.

Dacci oggi il nostro pane quotidiano. Ricordi, sogni e ricette di una famiglia come tante. La mia.

Un padre è un padre.

L’amore a due passi.

Trama 

“Il matrimonio è una guerra, e resiste solo chi ha pazienza” Scoprire che tuo marito ha un’altra, decidere di incontrarla a tutti i costi, intromettersi nella loro storia, conoscerne i segreti e i dolori, vedersi con gli occhi di lei e sentire di odiarla, di odiarli tutti e due. Per le sicurezze che minacciano di portarti via, per lo status che osano contestarti. E’ quello che succede a Vittoria, moglie ferita, madre di due splendidi figli, donna potente che si è lasciata alle spalle la miseria di Squinzano per una vita a Roma da privilegiata, in cui l’apparenza è tutto. Ma quando pensa di essere pronta a esigere vendetta il suo mondo si capovolge: un dolore peggiore del tradimento travolge la sua esistenza. E lei scopre di dove solo perdonare, prima di tutto se stessa. Un’indimenticabile figura di donna, per un romanzo che sa stare dalla parte dei peccatori.

 

 

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.