Elly, l’avatar delle emozioni di Enrico Casertelli

Elly l'avatar delle emozioni

Elly, l’avatar delle emozioni di Enrico Casertelli, Robin edizioni

Elly, l’avatar delle emozioni

“Sarà mai realizzata un’intelligenza artificiale che pensa come una persona?”

La mia personale maratona di lettura con ELLY, L’AVATAR DELLE EMOZIONI, si trasforma ben presto in uno slalom tra temi vari e interessanti, come l’intelligenza artificiale, il rapporto tra presente e passato, la relazione genitori-figli, il problema degli anziani abbandonati, l’informatica come risorsa per la soluzione dei problemi, l’amicizia nelle sue varie sfaccettature, la riscoperta di sé, il bon ton, e ancora tanti altri.

Li scopro inseguendo Giorgia Casati, la giovane protagonista, socia insieme a Monica ed Erika, di un’azienda informatica: la Daisy security.

Le sue iniziali sortite rocambolesche negli uffici dell’Inc. Bank ne rendono subito palese la singolarità. In lei competenza e semplicità vanno di pari passo, ma in presenza di tipi arroganti non si fa scrupolo di hackerare l’intero sistema per poi offrire assistenza qualificata a caro prezzo.

La sua passione per l’informatica e in particolare per l’intelligenza artificiale è condivisa con gli amici Sonia e Lorenzo, con i quali si ritrova spesso in uno studio milanese per costruire, “partendo da una banca dati legata a più di centocinquanta emozioni, un avatar delle emozioni, un assistente che possa supportare una persona nelle decisioni.”

Riusciranno i tre in questo compito così delicato?  Il susseguirsi di colpi di scena e di inattesi investimenti affettivi ci porterà a riflettere su quanto le aspettative e le paure eccessive nei confronti dell’intelligenza artificiale facciano da sempre parte della sua storia. Quando Elly inizia a dare risposte impreviste nell’interazione con Giorgia e con il padre di lei, comprendiamo bene che qualcosa sta sfuggendo al controllo umano.

“Lei è sicuro che la creatura umana sia l’essere più intelligente del pianeta Terra?” domanda Elly.

Non ci preoccupiamo di cercare una risposta. Siamo invece pienamente d’accordo con Elly che il campo delle emozioni umane sia affascinante proprio perché esse si sovrappongono, spesso in contrasto tra loro. Basti pensare ad una madre che stringe a sé il figlio in un letto d’ospedale. Quanti sentimenti ed emozioni si accavallano?  “La gioia e la tenerezza dell’abbraccio, l’amore materno, la tristezza nel trovarsi in un posto così tetro, la paura del futuro e la rabbia verso una scienza medica impotente.”

Ma perché Lorenzo ha scelto un avatar con ben determinate caratteristiche e gli ha voluto dare proprio quel nome? Perché è diventato sempre più nervoso, lui che di solito è così timido e taciturno? Un campo d’indagine dai risvolti sorprendenti si apre per Sonia e Giorgia, seriamente preoccupate per l’amico.

Se l’intelligenza artificiale è il fulcro intorno al quale ruota tutto il romanzo, suscitando perplessità e interesse, sono i personaggi a costituire il polo d’attrazione, con le loro storie personali, con quei vissuti che hanno segnato battute d’arresto e frenato il cambiamento, che però alla fine arriva, veicolato da nuovi incontri con esseri umani, che interagiscono senza aver bisogno di alcun avatar.

Anche Giorgia, che non si è mai curata del proprio look, stupirà tutti, ormai pronta ad abbandonare il brutto anatroccolo per trasformarsi in un meraviglioso “cigno” informatico.

Tutti pronti per la vostra maratona di lettura? Non vi accorgerete del tempo che passa, posso assicurarvelo.

Maria Teresa Lezzi Fiorentino

Tre giovani amici si trovano nelle serate milanesi in uno studio da anni abbandonato con l’obiettivo di cimentarsi nella loro passione comune: l’informatica e l’intelligenza artificiale.
Giorgia è la più competente: laureata in ingegneria e socia di un’azienda informatica, spende tutte le energie sul lavoro.
Lorenzo è un laureando in filosofia: un tipo riservato e trasandato, che convive con oscuri ricordi.
Al contrario, Sonia è avvocato e ha un carattere deciso e razionale.
I loro esperimenti informatici li porteranno a creare Elly, un avatar delle emozioni in grado di analizzare i sentimenti umani. Ma presto ne perderanno il controllo…

Enrico Casartelli

Elly, l’avatar delle emozioni

pagine 272
euro 14
genere: Narrativa italiana
pubblicato: 2022
ISBN 9791254671122

Pubblicato da Maria Teresa Lezzi Fiorentino

Maria Teresa Lezzi Fiorentino vive a Lecce, sua città natale, dedicandosi alla famiglia e al lavoro. Coltiva da sempre due grandi passioni, lettura e scrittura, per sé e per tutti coloro ai quali riesce a trasmettere il proprio entusiasmo. Il fulcro intorno a cui hanno ruotato i suoi scritti, articoli e recensioni, è stato per lungo tempo l’assetto metodologico-didattico, con un’attenzione particolare alla sfera emozionale e al benessere degli alunni. Dopo un appassionante percorso professionale in varie scuole del Salento, che ha visto l’autrice insegnante di scuola materna, psicopedagogista e docente di materie letterarie, nel 2018 avviene la svolta ed inizia una nuova stagione della vita,in cui la scrittura privilegia la narrazione, partendo dalla quotidianità e dalla memoria del tempo vissuto. È tempo di racconti brevi, lettere, autobiografie e recensioni. Sono dell’autrice, pubblicati con Youcanprint:Di vita in vita, La via maestra, Spigolando tra i ricordi, Passo dopo passo … e altri racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.