Fedi nuziali …. tradizioni e curiosità

Vi siete mai chiesti perché la fede nuziale si mette all’anulare della mano sinistra?  La fede, o vera, generalmente in oro giallo, simboleggia l’unione “per sempre” che, nel rito del matrimonio viene scambiata tra i due sposi ed infilata all’anulare della mano sinistra. Secondo alcune teorie, la scelta dell’anulare sinistro è dovuta al fatto che lì sembra essere presente una piccola arteria che passando attraverso il dito e risalendo il braccio, faccia arrivare il sangue direttamente al cuore. In tal modo si attribuisce in maniera romantica e simbolica a questo anello, il ruolo di custode e guida dei sentimenti fino al cuore, emblema per antonomasia dell’amore.  Le fedi quindi, divenute simbolo indissolubile del concetto di matrimonio, e di forma circolare,  indicano la perfezione di due vite che si uniscono e, non a caso, il metallo utilizzato è l’oro, proprio perché rappresenta l’eternità; non solo, sovrapponendo i due anelli si viene a formare un 8 rovesciato, simbolo dell’infinito, quindi eterno…

L’oro giallo(oggi spesso sostituito dall’oro bianco o rosso anche intrecciati tra loro, o dal più prezioso e costoso platino), fin dall’antichità è stato considerato emblema di eternità, infatti non è una coincidenza che le aureole dei Santi o le decorazioni all’interno della Chiese siano fatte in oro.

La parola “anulare”, deriva dal latino anulus anello. Dal punto di vista anatomico, c’è da dire che oltre ad essere il primo dito a formarsi nel feto, è anche quello più debole poiché è collegato grazie al muscolo flessore, al dito medio e al mignolo.  Inoltre, secondo un’antica leggenda cinese, ogni dito della mano corrisponderebbe ad una persona cara; l’anulare rappresenterebbe il partner. Il pollice i genitori, l’indice è attribuito a  fratelli e  sorelle, il medio noi stessi e il mignolo i figli.

Nonostante per noi sia naturale indossare la fede all’anulare sinistro, non è così ovunque.  In paesi come la Spagna (tranne che in Catalogna), la Grecia, la Danimarca, la Russia, l’Austria, la Norvegia e ancora ,Polonia, Ungheria, Bulgaria, Colombia, Ucraina, Venezuela, ma non solo, la fede nuziale viene portata all’anulare della mano destra. Non solo, in alcuni paesi gli sposi indossano le fedi in dita diverse: lui a destra, lei a sinistra o viceversa.   Addirittura in India le fedi, prevalentemente in argento, possono essere indossate oltre che a destra, anche sugli illici (secondo dito) di entrambi i piedi.   Nei matrimoni ebraici, ad esempio, la fede viene indossata nell’indice della mano destra e spostata nell’anulare sinistro solo al termine di tutta la cerimonia di nozze.  In quasi tutta l’Europa Centrale, quindi, la fede si indossa prevalentemente a destra, mentre a sinistra viene portato l’anello di fidanzamento.

Tradizioni e antiche leggende popolari suggeriscono di evitare l’ acquisto contemporaneo di fedi e anello di fidanzamento poiché sarebbe di cattivo auspicio; porterebbe sfortuna indossare la fede prima del matrimonio; anche le donne single non fidanzate  dovrebbero evitare di provare una fede poiché rischierebbero di rimanere “zitelle”, e addirittura sarebbe segno infausto la perdita della fede  poiché equivarrebbe alla morte di uno dei due coniugi.

Teresa Anania

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.