GIORNATA MONDIALE DELL’ARTE: CELEBRIAMO LA BELLEZZA!

Giornata mondiale dell’arte 2022 si celebra la bellezza!

Ogni vera creazione d’arte è indipendente da colui che l’ha realizzata, più potente dell’artista stesso e ritorna al Divino attraverso la sua manifestazione. In questo è un tutt’uno con l’uomo: che è testimone dell’espressione del Divino in sé.”

Beethoven

Quando si parla d’arte, tutti, più o meno indistintamente, formuliamo pensieri tendenti alla bellezza, all’armonia, all’espressione di sé, al sublime. È quel mezzo meraviglioso che consente di amplificare le proprie emozioni e condividerle con gli altri. In un certo senso, è anche la possibilità di modificare la cruda realtà, nobilitando ciò che ci circonda e la nostra stessa natura. È una parola con infiniti echi, e la sua etimologia pare derivi dalla radice ariana ar- che in sanscrito significa andare verso, e in senso traslato, adattare, fare, produrre, conoscendo e applicando regole precise, ravvivate però dall’interpretazione personale di un autore. Questa radice la si trova nel latino ars, artis.

È una forma di linguaggio, prevalentemente soggettiva, che trasmette messaggi, impressioni, turbamenti, entusiasmi, pathos, opinioni, sentimenti, pensieri dello stesso artista in ambito sociale, culturale, morale, etico e/o religioso del periodo storico in cui egli è vissuto.

Ancora, è la capacità di evidenziare la vera vita di un popolo, di una comunità, di una cultura.

Per quanto sia pressoché impossibile stabilire una data di nascita di questo fenomeno estremamente eterogeneo, pare che le prime espressioni artistiche e l’invenzione dell’arte così come noi la intendiamo oggi, si potrebbe far risalire a 35.000 anni prima di Cristo, grazie all’Homo Sapiens e ai ritrovamenti scoperti nelle caverne dove si rifugiava.

Nel corso dei secoli, il concetto di arte, è diventato sempre più aperto e innovativo, lasciando la possibilità di far confluire in questa nozione tutte le possibili definizioni di creatività.

Ponendo l’attenzione sui sensi umani, le discipline artistiche potrebbero così suddividersi:

  • Arti visive
  • Arti figurative o Belle Arti
  • Pittura (inclusi il disegno, l’incisione e la grafica digitale)
  • Scultura (inclusi l’oreficeria, l’arte tessile, l’arazzo e l’origami)
  • Architettura
  • Fotografia
  • Scrittura (forma di letteratura)
  • Fumetto
  • Arti uditive
  • Musica
  • Lettura (forma di letteratura)
  • Arti audiovisive
  • Teatro
  • Cinematografia
  • Danza

Ogni anno, il 15 aprile, ricorre la Giornata Mondiale dell’Arte-The World Art Day, un momento speciale che consente a tutti di poter guardare al bello che ci circonda, in ogni sua forma. Organizzata per la prima volta nel 2012 dall’International Art Association (AIA), organizzazione non governativa che si occupa di cooperazione internazionale tra gli artisti di tutti i paesi, nazioni o popoli, con il sostegno dell’UNESCO, che l’ha riconosciuta nel 2020, questa giornata coincide, ovviamente non a caso, con la data di nascita di Leonardo da Vinci, personaggio eclettico e di immenso spessore, che è stato scelto come simbolo di pace mondiale. L’obiettivo è quello di aiutare a rafforzare i legami tra le creazioni artistiche e la società, incoraggiare la consapevolezza della diversità delle varie tipologie di espressione culturale e mettere in evidenza il contributo degli artisti allo sviluppo sostenibile, ricordandoci quanto l’arte e la cultura siano bisogni essenziali e vitali per l’umanità tutta.

La stessa Rosa Maria Burillo Velasco, presidente della IAA World, ha sottolineato che il fine è quello di “permettere a tutti gli artisti e agli amanti dell’arte del mondo, di sentire contemporaneamente la potenza e la preziosità dell’arte e di farci respirare la sua importanza a livello mondiale.”

Ovunque, oggi, ci saranno mostre ed eventi, volti a mettere in risalto quel linguaggio sublime e universale che solo l’arte, intesa in tutte le sue sfaccettature e sfumature, può donarci. Anche se, a mio avviso, ogni giorno potrebbe essere quello giusto per esaltare la genialità e il talento degli innumerevoli maestri che, con il loro estro, hanno saputo inondarci di incanto e magnificenza. Rallentando un po’ il passo, concedendoci la possibilità di estraniarci, anche se limitatamente, dal vortice della quotidianità che ci assale, potremmo godere più facilmente e con maggiore frequenza della bellezza che ci circonda, che ci dona nuove vibrazioni all’anima e che ci consente nuove, fantastiche prospettive emozionali!

Buona bellezza a tutti!

Pubblicato da Fabiana Manna

Salve! Sono Fabiana Manna e adoro i libri, l’arte, la musica e i viaggi. Amo la lettura in ogni sua forma, anche se prediligo i thriller, i gialli e i romanzi a sfondo psicologico. Sono assolutamente entusiasta dell’idea della condivisione delle emozioni, delle impressioni e delle percezioni che scaturiscono dalla lettura e dalla cultura. Spero di essere una buona compagna di viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.