Gli anni al contrario, Nadia Terranova

Gli anni al contrario

Gli anni al contrario, Nadia Terranova la recensione

Gli anni al contrario è ambientato a  Messina alla fine degli anni 70, epoca difficile ed inconcludente. I giovani cercano una loro identità contestando tutto e tutti. Sono gli anni di piombo, di terrorismo, di droga.

E qui che si svolge la storia tra Aurora e Giovanni, la prima figlia del fascistissimo Sinini, il secondo figlio di un avvocato comunista. Entrambi sentono strette le mura familiari.  La storia dei due ragazzi si confonde con la storia di quegli anni turbolenti.

I due si sposano per l’arrivo della piccola Mara , ma è l’inizio della fine per loro. Giovanni  si sente soffocare dalle responsabilità , lui vuole cambiare il mondo , vuole entrare nella lotta armata, ma non è accettato dalle varie brigate. La sua delusione e mancanza di forza lo porta verso la droga. Aurora è costretta a prendere su di se tutte le responsabilità del quotidiano, e questo li allontana irrimediabilmente, fino a lasciarsi.

Gli anni al contrario racconta un piccolo segmento , ma importante della nostra storia. Il terrorismo, gli attentati, la droga con la terribile conseguenza della malattia legata ad essa  l’ Aids.

I due protagonisti annaspano in un epoca senza certezze , solo ideali falliti, tanto da sentire andare la vita la contrario.

Il libro a tratti è un pugno nello stomaco, crudele e realista nel raccontare i fatti di quell’epoca feroce ed inconcludente, di lotte armate, sangue versato senza senso, di ragazzi sperduti.

Non abbiamo mai usato lo stesso dizionario. Parole uguali, significati diversi. Dicevamo famiglia: io pensavo a costruire e tu a circoscrivere; dicevamo politica: io ero entusiasta e tu diffidente. Io combattevo, tu ti rifugiavi. Se non ci fosse stata Mara ci saremmo persi subito, ma almeno non avremmo continuato a incolparci per le nostre solitudini. Quando penso agli anni trascorsi mi sembra che siano andati tutti al contrario.

Nadia Terranova

Gli anni al contrario, Nadia Terranova

Nadia Terranova, nata a Messina, vive a Roma. Ha pubblicato per diversi editori e i suoi libri hanno ottenuto riconoscimenti tra cui il Premio Napoli e il Premio Laura Orvieto. Tiene regolarmente laboratori di scrittura nelle scuole e nelle biblioteche, scrive sui giornali e qualche volta per il teatro.

Con Patrizia Rinaldi ha scritto Caro diario ti scrivo, storia di sei dodicenni che diverranno scrittrici famose, da Anna Maria Ortese a Jane Austen. Pubblicato da Sonda nel 2011, ha ottenuto la menzione al premio Elsa Morante Ragazzi.

Con Ofra Amit ha realizzato il libro Bruno, il bambino che imparò a volare, dedicato a Bruno Schulz (Orecchio Acerbo, 2012). Nel 2015 esce per Einaudi Gli anni al contrario.

Titolo: Gli anni al contrario

Autore: Terranova Nadia

Prezzo: € 13,60

Editore: Einaudi

Collana : Einaudi stile libero big

La trama

Messina, 1977. Aurora, figlia del fascistissimo Silini, ha sin da piccola l’abitudine di rifugiarsi in bagno a studiare, per prendere tutti nove immaginando di emanciparsi dalla sua famiglia, che le sta stretta. Giovanni è sempre stato lo scavezzacollo dei Santatorre, ce l’ha con il padre e il suo “comunismo che odora di sconfitta”, e vuole fare la rivoluzione. I due si incontrano all’università, e pochi mesi dopo aspettano già una bambina. La vita insieme però si rivela diversa da come l’avevano fantasticata. Perché la frustrazione e la paura del fallimento possono offendere anche il legame più appassionato. Perché persino l’amore più forte può essere tradito dalla Storia.

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci, fondatrice ed amministratrice dall'8 luglio 2016 . Il blog nasce dalla mia passione per i libri da sempre, dalla voglia di parlarne e fare rete culturale, perché io penso che il web, i blog, i social si possono usare in tanti modi, io ho scelto di creare un'oasi culturale. io sono pienamente convinta che leggere ci insegna a pensare e a essere liberi. "Leggere regala un pensiero libero come un volo di farfalle, un’anima con i colori dell’arcobaleno , forza e creatività" è il mio motto. Editor freelance, correttore di bozze, grafica. Servizi editoriali .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.