Intervista a Brunella Giovannini

Tra i segreti di Villa Aurelia, è il secondo romanzo di Brunella Giovannini. Un romanzo che affronta tematiche attuali intrecciate a fantasia, in un arco storico-temporale che si perde fin nel 1600.  Abbiamo incontrato l’autrice per saperne di più.

I segreti di Villa Aurelia La recensione

 

Ciao Brunella,benvenuta nel nostro Blog.

Ciao  e grazie per ospitarmi nel Blog, ne sono felice ed onorata.

“Tra i Segreti di Villa Aurelia” è il tuo secondo romanzo. Come nasce?

L’idea iniziale era di scrivere una storia incentrata sull’ infiltrazione mafiosa in Emilia, probabilmente sollecitata dal tam-tam mediatico relativo al Processo Aemilia. Dopo essermi documentata, ho capito che mi sarei immessa in un sentiero tortuoso e ho lasciato perdere… poi un giorno, passando davanti a Villa Aurelia mi sono soffermata ad osservarla. L’edificio era completamente avvolto dai ponteggi dovuti alla ricostruzione post sisma e in quel momento ho provato una forte emozione ripensando ai terribili giorni del terremoto; mi sono venute le lacrime agli occhi e ho “sentito” che avrei scritto una storia per raccontare ciò che era accaduto.

Ogni autore riversa un po’ di sé in ciò che scrive. E’ cosi anche per te?

Attraverso Olga, la madre della protagonista, ho raccontato le sensazioni, le paure, le ansie, il senso di vulnerabilità, vissuti in quel maggio indimenticabile. Diana è l’eroina di questa storia, una donna provata dalle avversità che ha sfoderato un grande coraggio e ha saputo rialzarsi; è il mio mito, uno sprone a guardare avanti, anche quando non tutto “gira nel verso giusto”

Cos’è Villa Aurelia e cosa rappresenta?

Per il mio paese, Villa Aurelia è un importante edificio storico rurale, residenza di nobili che hanno segnato il passato di queste zone. Per me è qualcosa in più… Da bambino mio padre viveva nelle immediate vicinanze dell’antica dimora, e proprio sull’aia di Villa Aurelia, colpito da un malore improvviso, perse la vita un giovane nonno che non ho mai conosciuto se non nelle foto. Da sempre quel luogo mi incute timore, rispetto e fascino; non dimentico che davanti a Villa Aurelia, è cambiato il destino della mia famiglia.

Caso, coincidenze, fatalità, destino si intrecciano nel romanzo. Credi che ognuno di noi abbia un destino pre-ordinato?

A volte ci  accadono fatti a cui non siamo in grado di dare una spiegazione, sarà coincidenza, fatalità o destino? Mi piace pensare che in certo senso, ognuno abbia un suo libro già scritto e che ogni cosa che si verifica, dipende dall’intercessione di Qualcuno più grande di noi…

Nel tuo libro si parla di vita reale, di fatti concreti e realmente accaduti uniti alla fantasia. Quanto ha influito l’esperienza del sisma in Emilia del 2012 nella stesura del romanzo ?

Il sisma del 2012 che ha devastato tanti paesi e che in pochi attimi ha sconvolto la vita di moltissime persone è sicuramente la genesi del mio romanzo. Ho raccontato di fatti realmente accaduti e mi si è presentata in questo modo, anche l’opportunità di toccare l’argomento dell’infiltrazione mafiosa. Ricordando vecchie leggende che mi raccontava mia nonna relative a Villa Aurelia, ho ricostruito un’antica segreta storia d’amore perché comunque l’amore, dall’inizio dei tempi, è la forza che muove il mondo.

Nel racconto attraversi l’Italia dal centro al sud al nord. E’ stata una scelta casuale?

Quando scrivo lascio libera la fantasia, i pensieri, le situazioni e i personaggi si creano nella mia mente ed io non  pongo nessun ostacolo. Ho fatto trasferire la protagonista dall’Emilia alla Calabria per creare l’aggancio e poter parlare di ‘ndrangheta; successivamente, dalla  sua permanenza forzata in Alto Adige, fa breccia la figura di Hilde che all’inizio del 1600 capitò casualmente a Villa Aurelia e divenne il grande amore di Ferrante II Gonzaga. Storie di oggi e di ieri che si intrecciano, quasi una conferma che tutto è collegato…

Il tempo non riesce a mantenere i segreti e prima o poi, racconta tutta la verità. Pensi che tutte le verità vengano realmente raccontate dal tempo?

 Sono fermamente convinta che non importa quanto tempo occorre, ma prima o poi ogni verità vedrà la sua luce.

Il tuo è un romanzo ricco di speranza e fiducia in un mondo migliore. Da cosa nasce questo messaggio di positività?

Di fronte a tanti avvenimenti negativi che ogni giorno ci vengono sottoposti dai media, credo non ci sia altra alternativa che sperare in un mondo migliore. Sarà utopia? Senza la speranza l’umanità non sarebbe altro che un’enorme massa di individui che passivamente subisce ciò che accade intorno. Insieme all’impegno, la speranza può essere la forza motrice dei cambiamenti, un mondo migliore dipende soprattutto da ognuno di noi.

Tre aggettivi per il tuo romanzo. Quali, e perché?

Scorrevole, emozionante, coinvolgente. Sono gli aggettivi attribuiti dai lettori; scorrevole perché scrivo in un modo abbastanza sintetico (a volte mi chiedo se è una qualità o un difetto). Emozionante perché le situazioni descritte non lasciano mai indifferente chi legge; coinvolgente perché invita a riflettere: ognuno di noi, potrebbe essere suo malgrado, protagonista di una storia come quella raccontata nel romanzo.

Dove è possibile acquistare il libro?

“Tra i segreti di Villa Aurelia” (Edizioni Leucotea) può essere richiesto in tutte le librerie, inoltre è reperibile in tutti i migliori Book Store sul web: IBS, Libreria Universitaria, Mondadori, LaFeltrinelli, Amazon, ecc. Esiste sia in formato cartaceo che in formato digitale. C’è anche una pagina facebook: http://www.facebook.com/TraiSegretiDiVillaAurelia invito i lettori a visitarla e lasciare i loro commenti e mi auguro i loro “mi piace”

Progetti per il futuro?

Progetti per futuro immediato: l’uscita per metà giugno del mio terzo romanzo e nel frattempo, aspetto l’ispirazione per una nuova storia.

C’è qualcosa che vuoi aggiungere prima di salutarci?

Il titolo del nuovo libro è “L’arcano degli angeli” non vi anticipo nulla della trama, ma spero di essere onorata della vostra lettura.

Ti ringraziamo per il tempo che ci hai dedicato e speriamo di ri-leggerti presto.

Grazie ancora a voi e a presto.

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.