Intervista a Tommaso Chiappa

Tommaso Chiappa (Palermo, 1983) si è formato artisticamente a Milano, compiendo i suoi studi nell’Accademia di Brera e legando il proprio nome alla Galleria di Luciano Inga- Pin con alcune mostre che lo hanno fatto conoscere a un più vasto pubblico tra le quali ricordiamo “lo sguardo altrove” del 2005 e la personale sempre nella galleria Luciano Inga Pin “Take Away” del 2008 . Numerose le personali e le collettive in Italia e all’estero a cui ha preso parte.  Tra le recenti personali ricordiamo “Fuoriluogo” al Centro d’arte Malagnini di Saronno nel 2015 e nel 2016 la personale  “Origine” a Villa Magnisi sede Ordine dei medici di Palermo, con la pubblicazione del libro  “Origine di Tommaso Chiappa”  a cura di Vera Agosti, Prearo Editore.

Abbiamo parlato con lui e ci ha rilasciato questa interessante intervista.

La recensione di Yellow Qui

Benvenuto nel modo incantato dei libri, caro Tommaso Chiappa!

Vorrei farti subito una domanda riguardante la tua immensa passione per la pittura; come e quando nasce questo meravigliosa scoperta?

La pittura per me è una pratica necessaria per il mio quotidiano .risulta indispensabile per affrontare la vita e gli aspetti più importanti di essa.

Tu vai in giro per i mondo e porti la tua arte ovunque, sposando culture e tradizioni diverse, cosa ti affascina di più dei tuoi viaggi?

Nei viaggi riesco ad appassionarmi ed a immergermi nel vero sapore della vita andando sempre in profondità.

Ci vuoi dire chi è Tommaso Chiappa “artista” e Tommaso Chiappa “uomo?”

Io cerco di essere sempre me stesso cerco di guardare il mondo non in modo superficiale a volte ci riesco la pittura mi aiuta s comunicare più facilmente il mio punto di vista.

Leggendo il libro “Yellow” ho respirato questa straordinaria condivisione che si è creata tra tutte queste persone che insieme si sono messe in gioco per dar vita a una speranza di rinascita, di riscoperta e di rinnovamento. Vuoi approfondire o aggiungere qualcosa?

Yellow prima di tutto oltre ad essere un evento che ha parlato di temi sociali come integrazione l’identità ed il confine sono state anche tre grandi mostre collettive dove anche artisti nazionali importanti sono intervenuti. Poi è diventato anche un progetto editoriale grazie alla casa editrice people&humanities di Palermo. Per me è stato un grande lavoro da curatore ed artista fatto anche grazie al contributo dei miei art partner ed l’ordine dei medici di Palermo.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Intanto sono diventato art director per la creazione di eventi d’arte sulla multiculturalità per lo studio legale internazionale Damiani &Damiani di Palermo. Il 27 ottobre infatti alle 18 svolgiamo un finissage dal nome di global station dove chiudiamo idealmente negli studi legali damiani&Damiani via Gioacchino di marzo 14 f Palermo il progetto station fermata creativa iniziato lo scorso anno a Villa traviata. Sono molto orgoglioso che il progetto ha coinvolto diversi studi nazionali: Torino,Roma,Padova e internazionali come Panama, Atene, Barcellona tutti gli studi al loro interno sono state installate opere della mia ultima produzione.

Se ti dicessi di dare una definizione alla parola “Arte”cosa scriveresti?

L’arte molto difficile una definizione io direi che è come il fuoco indispensabile alla sopravvivenza umana.

Prima di concludere l’intervista vorrei ci parlassi del tuo murale di Bagheria “Istituto D’Acquisto” come nasce l’idea?

Il murales umano colors street istallazione permanente alla scuola d’acquisto di Bagheria prima di tutto e stato un progetto collettivo e sociale in cui ho lavorato direttamente con i ragazzi della scuola. L’idea è stata di creare un murales che parlasse di integrazione e diversità i protagonisti dello stesso murales sono i ragazzi i diversi colori rappresentano le differenze culturali e religiose su cui dobbiamo lavorare per migliorare la nostra tolleranza e per spingere le nuove generazioni ad un idea di integrazione multiculturale

Dove possiamo trovare le tue meravigliose opere?

Intanto le mie opere si possono trovare nel mio sito www.tommasochiappa.eu sicuramente nei nuovi progetti che faremo con Damiani&Damiani lab e sicuramente nel mio studio siciliano e nel mio studio lombardo.

Grazie per l’intervista auguro a tutti una vita colorata e piena di blu oltremare

Rinnovandoti i miei più sinceri complimenti , ti auguro di volare sempre più in alto

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.