La macchina anatomica, Lucio Sandon

La macchina anatomica, Lucio Sandon

Un libro fantastico, tra storia e fantasia, un viaggio nella Napoli esoterica e misteriosa nel periodo borbonico nel Regno delle Due Sicilie.

Il leit motiv del racconto è la ricerca del tesoro del sacco di Roma seppellito  insieme ad Alarico il capo supremo dei barbari.

Angelo Aquilani è un architetto nella Napoli borbonica del 1740, fratellastro  di Raimondo Di Sangro alchimista che, nel suo laboratorio segreto e sotterraneo compie crudelissimi esperimenti ;un’anima tormentata e buia che odia profondamente suo fratello e ne invidia l’amore di Marianna bellissima popolana napoletana.

Angelo suo malgrado e senza minimamente conoscerne la ragione viene incarcerato nei sotterranei del maschio Angioino , da dove riesce a fuggire aiutato dal suo amico Totò un coccodrillo da lui ammaestrato, ma i guai sono solo all’inizio… solo perché lui conosce il disegno originario dei giardini della villa che diventerà  il Real sito di Portici

Eccolo, viene avanti.

Silenzioso, terribile. Invisibile, in questo nero di morte.

Il suo incedere nelle tenebre non produce alcun rumore.

Mentre si avvicina, non si riesce a  intuire nemmeno  la più piccola increspatura sull’acqua ferma del sotterraneo.

Ma le creature che , come me, abitano il buio, lo sentono ugualmente.

Magia , esoterismo, Templari , massoneria  e la magnifica Cappella San Severo, questi gli ingredienti di questo avvincente romanzo , che fino all’ultima pagina tiene con il fiato sospeso con un finale completamente inaspettato.

Napoli ed i suoi dintorni con la sua storia millenaria fa da magnifico sfondo , ed io da napoletana mi sono ripromessa di andare a rivedere le meravigliose opere citate nel libro, in primis la Cappella San Severo con la sua Pudicizia velata ed il Cristo Velato.

Con una scrittura piacevole ed avvincente, Lucio Sandon pagina dopo pagina ti accompagna in un meraviglioso percorso nelle opere artistiche napoletane, la fantasia e la storia fuse in una scrittura di classe ma che fa trasparire tutto l’amore dellìautore per la sua terra di adozione in ogni pagina e parola scritta.

Per me è assolutamente da leggere, un libro di storia, un fantasy , una storia d’amore , di odio dove l’animo umano è scandagliato in tutte le sue forme e la cupidigia fa compiere atti di una crudeltà inaudita.

Titolo: La macchina anatomica

Autore : Lucio Sandon

Editore : Graus editore

Collana : Tracce

Prezzo : € 15

Lucio Sandon, nato a  Padova e trasferitosi a Napoli da bambino, lavora come veterinario nella sua clinica per piccoli animali alle falde del Vesuvio.

Ha già pubblicato il romanzo Il Trentottesimo Elefante; due raccolta di racconti con protagonisti cani e gatti: Animal Garden e Vesuvio felix, e una raccolta di racconti comici : Il libro del Bestiario.

La trama

Nel 410 il condottiero visigoto Alarico si spegne nel suo accampamento a Cosenza. Dopo aver seppellito il suo corpo, i Visigoti riprendono la marcia sotto la guida del general Ataulfo. Nel giugno del 1740 l’architetto Angelo Aquilani si sveglia in una fredda cella del Maschio Angioino della Napoli di Don Raimondo di Sangro, incredulo e inconsapevole delle motivazioni che si celano dietro al suo rapimento, e terrorizzato dalla presenza del feroce coccodrillo che si aggira nelle acque del fossato. Sullo sfondo di una Napoli esoterica, che abbraccia diverse stirpi accomunate da un misterioso filo conduttore, Angelo scopre di avere tra le mani qualcosa di scottante, su cui il re, la Chiesa, i Templari e gli inglesi non vedono l’ora di mettere le mani. Lucio Sandon firma un romanzo esoterico accattivante e ricco di colpi di scena, che tengono il lettore in sospeso fino all’ultima pagina, grazie all’originalità di una penna che trasuda cultura, fantasia e mistero.

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci, fondatrice ed amministratrice dall'8 luglio 2016 . Il blog nasce dalla mia passione per i libri da sempre, dalla voglia di parlarne e fare rete culturale, perché io penso che il web, i blog, i social si possono usare in tanti modi, io ho scelto di creare un'oasi culturale. io sono pienamente convinta che leggere ci insegna a pensare e a essere liberi. "Leggere regala un pensiero libero come un volo di farfalle, un’anima con i colori dell’arcobaleno , forza e creatività" è il mio motto. Editor freelance, correttore di bozze, grafica. Servizi editoriali .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.