Il maestro di Blu, Oliver Bleys

Il maestro di Blu, Oliver Bleys

Siamo nella Francia del XV secolo. Nel piccolo villaggio di Albi vive Mastro Lucas, un rinomato tintore specializzato nel rosso, che giorno e notte si dedica con passione alla sua arte. La vita del tintore e quella di sua moglie Eleonore scorre tranquilla fino al giorno in cui questa, la ragazza dalle dita arcobaleno, così soprannominata per la vicinanza ai colori, da alla luce un figlio maschio con una gran voglia di un rosso acceso sul viso, quasi fosse un marchio di fabbrica. Il bambino cresce imparando l’arte che il padre gli trasmette e tutti i segreti del mestiere, fin quando arriva il giorno, in cui diventa necessario che il giovane acquisisca la sua indipendenza. Il primo passo è quello di trovargli moglie e Mastro Lucas ed Eleonore si mettono in cammino facendo visita alle case del villaggio in cerca di una sposa per il figlio. Le loro proposte sono attraenti, ma tutte le trattative concluse naufragano miseramente quando le giovani promesse in sposa vedono Simon e la sua macchia rossa sul viso. Tutte si rifiutano di sposarlo.  Simon allora si rassegna ad una vita di solitudine, perché è comunque stanco dei rimbrotti continui di suo padre, dei rimproveri, delle accuse e del mancato riconoscimento del suo lavoro.  Ma, quando sta per mettersi in proprio con un mulino ed un laboratorio alle dipendenze del prevosto della corporazione, incontra sulla sua strada un uomo, Joachim Fressard, che gli appare come una manna dal cielo. L’uomo, che è un mercante di pastello, una pianta da cui si ricava il blu, gli propone un contratto più vantaggioso di quello che il padre ha concluso per lui con il prevosto, ma ad una condizione: Simon dovrà diventare tintore di blu. Il giovane esita, si tratta in sostanza di tradire suo padre, le sue origini, la fede di tutta una vita, ma, lusingato dalla prospettiva che l’uomo gli fa intravedere, finisce con l’accettare. Da quel momento inizieranno i suoi guai.

E’ il principio della fine, suo padre lo scaccia, cancella il suo nome dall’insegna, e inizia per lui una vita di sacrificio e solitudine, perché il blu che Simon riesce ad ottenere con enorme sacrificio di tutto il suo tempo, lavorando giorno e notte, ha un successo tale che Fressard si arricchisce in maniera spropositata alle sue spalle. Al mercante danaro, gloria, lusso, castelli, banchetti principeschi, relazioni con personaggi altolocati che gli guadagnano persino il titolo di barone e un potere crescente anche in politica e nel governo della città. A Simon restano solo le briciole, una vita di stenti, uno sfruttamento senza tregua e un amore infelice per una donna maritata. Anche questa lo sfrutterà, illudendolo, per il suo tornaconto personale. E da qui si porranno le basi per una vendetta atroce, preparata a tavolino e a sangue freddo.

Di più non posso dire sulla trama.

Un romanzo storico, di grande atmosfera, ben scritto, che ci porta dentro cose che oggi ignoriamo. La difficile arte della tintura, che è alla base di tutte le opere d’arte del passato. Oggi a noi i colori paiono cosa scontata, come se già esistessero in natura ed ignoriamo il duro lavoro che c’è invece dietro alla vita di ogni colore, il caldo vermiglio ed il freddo blu in tutte le loro sfumature. Piante e radici da raccogliere e bollire, conchiglie da cui estirpare la porpora, tini da spazzolare, bagni da sorvegliare, escrementi da selezionare, urina da fermentare, petali da pestare nei mastelli, stracci da torcere.

Una vita di stenti quella del tintore, proprio come sarà l’esistenza di Simon. Una vita da ultimo senza possibilità di riscatto, alla mercè del potente di turno. Senza voce e senza diritti, privato anche degli affetti più cari, Simon morirà così come ha vissuto. Di ingiustizia.

Donatella Schisa

Titolo: Il maestro di Blu

Autore : Oliver Bleys

Editore : Piemme

Traduttore : M. Moresco

Prezzo :€ 18,50

Oliver Bleys

Olivier Bleys , nato ila Lione è uno scrittore francese

Olivier Bleys ha pubblicato una trentina di libri: romanzi, saggi, diari di viaggio, fumetti, graphic novel, racconti di anticipazione, in particolare a Gallimard e Albin Michel.

Tutto il suo lavoro è tradotto in una dozzina di lingue e gli è valso numerosi riconoscimenti, tra cui due premi dell’Accademia di Francia e il Gran Premio della Società del Popolo Romanico (SGDL) per The Master of Coffee (Albin Michel, 2013).

La trama

Francia, XV secolo. Secondo la tradizione, ogni tintore è specializzato in un colore, e i segreti di quell’arte si tramandano di padre in figlio come una preziosa eredità. Il destino di Simon, figlio di uno dei tintori più noti, è il rosso. E mastro Lucas, suo padre, tutto potrebbe accettare fuorché lui diventasse un tintore di blu. Passi il giallo, che con il rosso è imparentato, ma il blu… Il blu è freddo, è il colore delle nuvole che portano la grandine, blu è la pelle dei naufraghi restituiti dal mare. E poi suo figlio è persino nato con il marchio di fabbrica, una macchia rossa sulla faccia. Ma Simon è attratto dal blu come da un moto di intimità. Un colore che nasce dal cielo non può essere tanto cattivo. E quando un giorno il destino mette sulla sua strada Joachim Fressard, commerciante di pastello, la pianta da cui si ricava il blu, Simon decide di seguirlo. Joachim però non è quello che appare, è un avido manipolatore, capace di qualunque cosa per il proprio interesse. Simon, accecato dall’ossessione per un colore e dall’amore per una donna, arriva a vendergli il suo talento e la sua anima. Quando, dopo centinaia di tentativi, avrà ottenuto il blu perfetto, Simon sarà costretto a fare i conti con un colore che conosce molto bene: il rosso sangue.

Donatella Schisa

Pubblicato da Donatella Schisa

Donatella è nata e vive a Napoli. Dopo gli studi classici, si laurea in Giurisprudenza coltivando parallelamente la sua passione per la scrittura. E' autrice di numerosi racconti pubblicati in diverse antologie; e si è classificata seconda alla XXV edizione del Premio Nazionale Megarls per la narrativa. il suo primo romanzo è " Il posto giusto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.