“MU”, di Nunzio Di Sarno

Mu, Nunzio Di Sarno. Oeodipus editore. Una raccolta di pensieri sparsi come foglie al vento.

“Nascosto al sole

Degli uomini

Mi fermo ad ascoltare

E a leggere

Sperando che il travaso

Sia uno slancio”

“MU”, titolo curioso e singolare per questa prima silloge poetica di Nunzio Di Sarno. La curiosità di capirne il significato mi porta a smanettare ancor prima di iniziare la lettura delle liriche, tra le pagine web dove scopro un mondo vorticoso  rispetto a quanto riportato dal dizionario Treccani della Lingua Italiana, ovvero “sostantivo maschile o femminile variante del nome della lettera greca “mi””.  Apprendo che che MU è un Daikon – un ravanello coreano; una bevanda giapponese; l’ultima avventura di Corto Maltese; uno dei Cavalieri dello Zodiaco del mondo Manga; un ipotetico continente perduto nell’Oceano Pacifico; un continente immaginario in alcuni racconti di Lovecraft; una storia a fumetti di Hugo Pratt. E ancora, il titolo di un album di Riccardo Cocciante del 1972 e di un album discografico di Maler del 2018; un’unità di misura cinese, oltre ad avere un significato nel buddismo zen nella sua accezione di “non possedere – non essere – privo di”. Una finestra spalancata sul mondo intero … e dire che il suono onomatopeico riporta alla mente solo il verso attribuito ai bovini … non me ne voglia l’autore e lo riporto con tutto il rispetto possibile.  Un universo celato dietro una semplice sillaba.

D’obbligo tale premessa per introdurre ciò che l’autore percorre in un centinaio di pagine suddivise in quattro sezioni, dove a emergere è la fatica come metafora del vivere quotidiano.  Un viaggio intimistico e personale alla scoperta di sé stessi e delle proprie inquietudini giornaliere a 360°. Esperienze e ispirazioni tratte da ogni dove e da ogni situazione. Un percorso sui generis alla stregua di un flusso di coscienza alla ricerca di una Epifania necessaria per arrivare a un livello spirituale e trascendentale dove corpo, mente e anima possano fondersi e confondersi nella ricerca interiore di un IO in attesa di essere svelato.

Una moltitudine di sentimenti si intersecano tra i versi che non seguono un registro ben preciso. Alcuni brevi, altri molto più lunghi in rima e in prosa. Versi alternati in lingua inglese e italiana. Alcuni buttati lì come pensieri sparsi, sconnessi, taglienti, secchi, duri, spiazzanti … Rabbia, frustrazione, speranza, desiderio, dolore, angoscia, paura, speranza … tutto si sussegue e si insegue in una spasmodica volontà di benessere.  Ricco di metafore che inducono alla riflessione.

Versi comunque non facili e non di immediata comprensione, richiedono attenzione e  alcuni dei quali impegnativi nel cogliere il non detto tra righe pungenti, assonanze e ritmo a volte incalzante, a volte totalmente assente.

Una raccolta di pensieri sparsi come foglie al vento che confondono, e picchiano forte oltre la parola scritta, con un movimento ondivago altamente oscillante ma necessario come le sfaccettature infinite della vita di ogni essere umano.  Una silloge che i cultori della poesia non canonica non disdegneranno di apprezzare.

Teresa Anania

Il sole di marzo

Distende i solchi

Più dolce il respiro

Dondola il cuore

Spiana il sentiero

Disperde le ombre

Come erba concedo

Come albero siedo

Alzare gli occhi alle stelle

Per rimettersi al mondo

Chiuderli

E ritrovare lo spazio

AUTORE: Nunzio Di Sarno

TITOLO: MU

EDITORE: Oedipus

COLLANA: INTRECCI

USCITA: 07.08.2020

PAGG: 108 – Brossura

PREZZO:€. 14,00

EAN: 9788873414254

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.