Non è la fine del mondo, Alessia Gazzola

 Non è la fine del mondo, Alessia Gazzola

Autore: Alessia Gazzola

Titolo: Non è la fine del mondo

Editore: Feltrinelli

Collana: I Narratori

Anno: 2016

Pagg. 216 -Brossura

Prezzo: 15,00

 

Romanzo rosa allegro, leggero ma che non manca di toccare temi talmente reali ed attuali dove chiunque si accinga a leggerlo, riesce a trovare esattamente un proprio vissuto. Ambientato a Roma, Emma protagonista del romanzo è una 30enne con una storia d’amore alle spalle, che per 4 anni l’ha vista legata ad un uomo sposato. Innamorata di un villino con il glicine, suo rifugio nei momenti “no”. È una Editor con un contratto da stagista precaria in una società di produzione cinematografica. Al momento dei contratti a tempo indeterminato, per una serie di fortuite coincidenze, viene assunta la “parente di….” Emma non si per vinta, si rimette in gioco e lo fa brillantemente improvvisandosi sartina in un negozio di abiti per bambini. Per niente marginali tutti i personaggi secondari, la mamma,le nipoti, la sorella in primis (e non solo), sorella alle prese con un matrimonio monotono e un marito che la tradisce e che lei a sua volta finirà col tradire. Leggermente sfiorata tra le righe l’omosessualità di due personaggi molto importanti per Emma tra cui lo scrittore con le massime zen che lei rincorre per ottenere i diritti d’autore di suo famoso romanzo. È un libro che si legge d’un fiato, linguaggio scorrevole e semplice,dove i fatti si susseguono velocemente ma che regala profondi momenti di riflessione.

Recensione di Teresa Anania

Alessia Gazzola, medico legale, nasce a Messina nel 1982. “L’Allieva” è il suo primo romanzo in cui sono raccontate le disavventure della giovane tirocinante Alice Allevi. Tra la sue opere ricordiamo “Sindrome da cuore in sospeso”(2012); “Un segreto non è per sempre” (2012); “Le ossa della principessa” (2014); “Una lunga estate crudele” (2015); “Arabesque” (2017); “Un po’ di follia in primavera” ((2017).

TRAMA:

Emma De Tessent. Eterna stagista, trentenne, carina, di buona famiglia, brillante negli studi, salda nei valori (quasi sempre). Residenza: Roma. Per il momento – ma solo per il momento – insieme alla madre. Sogni proibiti: il villino con il glicine dove si rifugia quando si sente giù. Un uomo che probabilmente esiste solo nei romanzi regency di cui va matta. Un contratto a tempo indeterminato. A salvarla dallo stereotipo dell’odierna zitella, solo l’allergia ai gatti. Il giorno in cui la società di produzione cinematografica per cui lavora non le rinnova il contratto, Emma si sente davvero come una delle eroine romantiche dei suoi romanzi: sola, a lottare contro la sorte avversa e la fine del mondo. Avvilita e depressa, dopo una serie di colloqui di lavoro fallimentari trova rifugio in un negozio di vestiti per bambini, dove viene presa come assistente. E così tutto cambia. Ma proprio quando si convince che la tempesta si sia finalmente allontanata, il passato torna a bussare alla sua porta: il mondo del cinema rivuole lei, la tenace stagista. Deve tornare a inseguire il suo sogno oppure restare dov’è? E perché il famoso scrittore che Emma aveva a lungo cercato di convincere a cederle i diritti di trasposizione cinematografica del suo romanzo si è infine deciso a farlo? E cosa vuole da lei quell’affascinante produttore che continua a ronzare intorno al negozio dove lavora?

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.