Crea sito

Novelle Brevi Di Sicilia, di Andrea Giostra

Titolo: Novelle Brevi di Sicilia

Autore: Andrea Giostra

Editore: StreetLab

Anno: 2017

 

Quattordici racconti brevi di vita quotidiana siciliana che catturano l’attenzione del lettore fin dalle primissime righe della prima novella. Un linguaggio scorrevole, semplice, d’effetto e privo d’artifici; dove la lingua italiana si alterna sapientemente ad un dialetto esperto nel creare quella ridondanza  che, pur non aggiungendo nulla al concetto di base che si vuole esprimere, serve però a rafforzarne il significato, rimarcando un “modo di essere” ed elargendo quell’enfasi tipica di un popolo capace di entrarti nel sangue con una saggezza spiazzante.

Pensa solo a prenderti cura della tua famiglia, delle persone che ami, di te, e di tutto il resto futtitinni!

Una vera e propria lezione di vita, un carpe diem nostrano in grado di evocare lo spaccato di una regione colta e ricca non solo dal punto di vista linguistico, ma che trasuda ovunque di quella cultura che affonda le radici nelle invasioni arabe e normanne e le cui tracce si respirano in maniera imponente dall’architettura alla gastronomia, alla toponomastica tanto quanto in alcuni cognomi.  Andrea Giostra, racconta nelle sue novelle, semplicemente la realtà, la vita vera, espressioni, luoghi, persone il cui senso di appartenenza alla propria terra è vivo e tangibile. Fortemente descrittive ed evocative; si sentono gli odori, i profumi, si percepiscono colori, sapori. La mente ti proietta in quel preciso contesto descritto: ti ritrovi a passeggio tra le magnificenze di Palermo,tra la Via Libertà o Via Emerico Amari, visualizzi i palazzi, le Chiese, La Cala, intravedi il Monte Pellegrino con la sua Santuzza; riesci a sentire il sapore di una granita messinese, degli arancini, dei cannoli; respiri il profumo delle zagare e ti perdi tra le acque di uno splendido mare accarezzata dal tepore del sole. Tutto è visualizzato, tutto è “sentito”, tutto è lezione di vita e vissuto reale, concreto, genuino, umano, sensibile, rispettoso e curioso.  Curiosità e rispetto come al passaggio di corteo funebre:

«Ma comu muriu? Comu fu? ……. Ma…! Ma…! Tutti dà amu a ghiri a finiri, si sapi chistu!».   …..In paese rispetto voleva che al passaggio del morto si calassero le saracinesche dei negozi, dei bar, dei saloni da barba, e la gente ch’era per strada si fermasse e stesse immobile, in silenzio, col capo chino, aspettando che passasse il corteo, prima di riprendere chi a lavorare, chi a passeggiare, chi a proseguire nei suoi chiffari.

Quattordici racconti per quattordici esperienze apparentemente diverse una dall’altra  ma legate da un unico comune denominatore: la Sicilia, con il calore dei suoi abitanti, gli usi, i costumi, le tradizioni religiose e folkloristiche, gli intrecci culturali unici al mondo, i paesaggi incantevoli ed esclusivi, dove gli elementi naturali coesistono. Rimani affascinato dal poter ammirare contemporaneamente, un vulcano fumante e una colata lavica emergere da una spessa coltre di neve davanti ad un mare blu cobalto dove l’oro del sole si specchia tutto l’anno.  Storie che, al pari di un nitido scatto fotografico, rappresentano l’incastro perfetto tra gente e territorio, linguaggio verbale e gestualità tipica del popolo meridionale.   Consigliata sicuramente la lettura che pur non essendo impegnativa è per nulla scontata o banale.

Teresa Anania

 

Andrea Giostra appassionato di arte e di cultura. Laureato in Psicologia Clinica con lode, con tesi di laurea preparata all’Università di Gent (Belgio), all’interno di un progetto di ricerca scientifica della Faculty of Psychology and Educational Sciences diretta dalla Prof.ssa Verhofstadt. Per cinque anni dopo la laurea ha collaborato con la cattedra di Psicologia Clinica dell’Università di Palermo, diretta dal Prof. L. Sarno. Ha partecipato a un Corso Biennale post-lauream in psicoanalisi freudiana, presso l’Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo diretto dal Prof. L. Sarno. Ha frequentato un Master triennale in Criminologia, diretto dal Prof. G.V. Pisapia dell’Università di Padova. Ha progettato e diretto diverse mostre di arti visive e di architettura. L’8 aprile 2017 ad Erice (TP) il Circolo Letterario I.P.L.A.C., gli assegna il Premio Letterario Nazionale “L’Anfora di Calliope”. Il 25 novembre 2017 a Milano, l’Associazione Pegasus gli assegna la “Targa Milano International”, all’interno del “Premio Letterario Milano International”, per la raccolta “Novelle brevi di Sicilia” (2017). Ha progettato e diretto diverse Mostre di Arti Visive e di Architettura, ultime in ordine di tempo: La Mostra su “Le dimore dei Viceré di Sicilia nell’età degli Asburgo” realizzata a Palermo nell’aprile del 2013 presso palazzo Steri. Project Manager e Planner di importanti Opere di ricostruzione virtuale quali quella del sito archeologico di Noto Antica (SR), oggi Patrimonio dell’UNESCO, rasa al suolo dal terremoto del 1693; Opera co-finanziata dal MIUR e classificatasi al primo posto nella graduatoria nazionale degli oltre duemila progetti presentati sulla stessa misura. Opera delle installazioni virtuali presso il Museo Geologico Gemmellaro dell’Università degli Studi di Palermo. Da diversi anni, i suoi articolo di Cinema e di Cultura vengono pubblicati da magazine online e giornali della carta stampata tra i quali: “La Repubblica-Palermo” Inserto Cultura.

 

TRAMA:

“Quelle che leggerete sono delle novelle brevi, anzi, brevissime, di vita di Sicilia, di vita di siciliani, di vita vera e raccontata spontaneamente senza mediazioni linguistiche; che non vogliono rappresentare metafore o meta-significati. Sono delle piccole storie e rappresentano quello che dicono, quello che leggerete! Rappresentano la mia esperienza diretta, vissuta in prima persona e che ho scritto di getto con il mio vecchio Nokia E90. Il senso, la morale, se c’è un senso o una morale da dare, li darà il lettore che le leggerà.”

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

2 Risposte a “Novelle Brevi Di Sicilia, di Andrea Giostra”

  1. Grazie tantissimo Teresa Anania, per il tempo che hai dedicato alla lettura delle Novelle, per le bellissime parole della tua interessante recensione, che senza il minimo dubbio onorano me e questo scritto, ma soprattutto la sicilianità che, dalla mia personale esperienza, cerco di esprimere e di raccontare in queste piccolissime storie. Spero che i tuoi lettori, che avranno la curiosità di leggere queste Novelle, ne rimangano altrettanto catturati, come ho avuto la percezione di cogliere dalle tue parole.
    Le Novelle brevi di Sicilia si leggono gratuitamente online dal mio Blog, e se qualcuno volesse farlo, potrà accedervi cliccando qui:
    https://andreagiostrafilm.blogspot.it/2017/09/novelle-brevi-di-sicilia-mia-nonna-vita.html
    Ancora un sentitissimo grazie, un caro saluto e buon lavoro, e spero che avremo modo di scambiare idee e impressioni sulla reciproca passione per la lettura e la scrittura.
    Andrea Giostra

    1. Grazie di cuore per le belle parole….È stato un piacere leggerle ….impossibile non apprezzarne il contenuto e pur non essendo siciliana di nascita (ma Calabrese) ma vivendovi da un quarto di secolo, ho respirato a fondo ogni parola perché è cosi, il calore di tutto il Sud e di una terra meravigliosa quale la Sicilia, ti penetra nell’anima e una volta toccato con mano non puoi più farne a meno….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.