Crea sito

Oggi 8 Marzo Giornata internazionale della donna

Oggi 8 marzo si celebra la giornata internazionale della donna.

Questa ricorrenza è stata istituita per celebrare le lotte per le conquista di diritti politici economici e sociali da parte delle donne.

L’origine di questa celebrazioni  sono molto controverse, spesso si è parlato dell’incendio in una fabbrica negli Stati Uniti in cui morirono molte donne che non ebbero la possibilità di salvarsi, perchè chiuse dentro a chiave dai padroni della fabbrica, ma non ci sono tracce sicure dell’esistenza reale di questa fabbrica, che dunque sembra non sia mai esistita.

Invece l’origine più accreditata di questa festa pare sia una famigerata manifestazione di donne contro la guerra a San Pietroburgo, che portò alla caduta dello zarismo

Nel 1977  l’Assemblea generale delle Nazioni Unite adottò una risoluzione tramite la quale propose a ogni paese di istituire, un giorno all’anno Giornata delle Nazioni Unite per i diritti delle Donne e per la pace internazionale”: molti scelsero proprio l’8 marzo per celebrare la Festa della donna.

Queste sembrano le fonti più accreditate se vogliamo andare indietro con il pensiero, ma purtroppo molto c’è ancora da fare per i diritti delle donne. I paesi islamici ancora le trattano come cose, non proteggendo nemmeno le bambine e permettendo matrimoni in età infantili. Nel nostro paese ci sono femminicidi ogni giorno, donne uccise all’interno della loro famiglia. Noi auspichiamo leggi che finalmente possono proteggere le donne vittime di abusi sociali e familiari.

La donna raccontata dalle donne. Abbiamo chiesto a donne normali che vivono, sorridono, piangono combattono di darci un contributo per celebrare questa giornata.

Profumo di mimosa

Mentre l’aria frizzante di marzo solleticava malandrina le narici, noi marciavamo, protagoniste della nostra storia, di quella giornata dedicata a noi, che ci eravamo conquistate con la rabbia e la dolcezza, la resistenza e l’insofferenza al giudizio altrui.
Era profumo di mimosa, che brandivamo come una spada, appuntata al petto come una medaglia.
Ci sentivamo forti e libere, ricolme di amore e di coraggio. Per riscattare le grandi donne del passato, quelle che ci avevano aperto gli occhi, alle quali dovevamo un tributo.
Ma anche per aprirvi la strada, figlie, nipoti, giovani amiche, che oggi sedete nei direttivi di aziende e di partiti, ricercatrici e ministre, dirigenti e scrittrici.
E anche per voi, mamme consapevoli, forti del vostro grande valore.
La strada è ancora lunga, è in salita, ma teniamo alta la testa, è grande l’orgoglio di essere donna.
Donna è cervello ed è cuore, è passione e sentimento, è coraggio e tenerezza. È tutto questo insieme ed è molto altro.
Donna è madre, generatrice del mondo.

Elisabetta Fioritti

 

Libertà

Non mi piace il tuo profumo
stordisce i miei sensi
Non gradisco il tuo sguardo
disturba la mia quiete
Mi irritano le tue mani
non sono più vellutate
Non parlare!
Il suono della tua voce
melodia più non è…
Allontana le tue braccia
di sconosciuto sentimento
riscontro troveranno.
Nell’aver perso te
ho ritrovato me stessa
e Libertà più grande
mai mai avevo assaporato.
Alessandra Di Girolamo

 

Noi donne,belle,dolci,sensibili,caparbie e sognatrici,cadiamo ma sappiamo rialzarci,amiamo con tutte noi stesse,instancabili e creative.vogliateci bene,anche con i nostri difetti e non portateci mai via la nostra volgia di vivere.un grande abbraccio a tutte noi!!!!!!

Franca Santi

 

Semplicemente donna

L’ultimo mio pensiero prima di dormire va a te, che mi hai donato la luminosità dei miei occhi e rispondevi alle mie domande anche dopo che stancamente il dolore ti è venuto a fare visita, ti guardavo con occhi di bambina e nn capivo e da grande la rabbia e l’angoscia mi hanno svegliato più di una notte….Il buio a ingoiato tutto tranne il tuo ultimo pensiero per me prima di scomparire e trovare la pace che oggi con tenerezza mi avvolge.

Rosaria Marotta

 

Ho letto una frase che mi ha colpito per la sua essenzialità, ma ricca di significati. L’ha detta Mina : ” Essere immortale non mi interessa. Mi piace invecchiare.” (pubblicata su tascabile

Pina Cantarella

 

Hai vissuto con dignità. Hai lavorato duramente per non farmi mancare nulla. Il tempo è tiranno, ma tu ne hai sempre trovato per me. Sei stata compagna di giochi e maestra di vita, le tue braccia porto sicuro in cui rifugiarmi. Mai un lamento dalle tue labbra, solo amore infinito, dolcezza, comprensione per i miei errori ed orgoglio per i successi. Avresti dovuto gioire per la mia laurea, vedermi sposa e madre. Avresti potuto diventare nonna. Ma mio padre non te lo ha permesso.

Roberta Boscarino

 

Mistero infinito e personificazione dell’ambivalenza . Forti come tempeste e fragili come cristallo. Capaci di ridere e piangere contemporaneamente. A volte basta una sciocchezza a farci commuovere mentre riusciamo a rimanere impassibili davanti a cose importanti. Costruiamo corazze apparentemente invincibili, dove nasconderci per non soffrire. Ci mettiamo il cuore e l’anima in ciò che facciamo. Se amiamo, lo facciamo a 360° , anteponendo spesso la felicità di chi ci sta accanto, alla nostra. Vediamo il bicchiere mezzo pieno e il lato buono di ogni cosa. Capaci di perdonare, cadere, rialzarci sempre più forti, più sicure, sempre a testa alta, sempre pronte a ricominciare…l’ultima sconfitta è sempre la penultima! Ci chiamano sesso debole…forse è vero…. abbiamo il coraggio di mettere al mondo anche quello “forte

Teresa Anania

 

Fragile e soffice è il tuo fiore, un piccolo battuffolo di una bellezza di giovine fanciulla.
Oro come i capelli dorati di una novella sposa, delicata come un fiore di primavera.
Hai la vita e il soffio leggero di un lieto vento, nella tua ingenua e allegra spienserata aria da bambina.
Occhi vivaci e brillanti accompagnano l’azzurro firmamento nel suo arduo splendore.
Nel tuo prato terreno ,non esistono spine doloranti ma solo delicati petali nella tua innocenza eterna.
Nella tua anima pura risiedeno la liberta’ e la speranza e la bonta’ che si celano dietro ai tuoi occhi di mimosa.
Dove voglio perdermi.

Valentina Maffioletti

 

La femmina del maschio nel mondo animale.
Di getto penso ai mammiferi: la mamma col piccolo, lo allatta, lo accudisce, maschio o femmina che sia è suo figlio.
Certo ha anche un padre: maschio.
Non ho mai capito perché, come recita un brano della fantastica Mia Martini
“Gli uomini sono figli delle donne ma non sono come noi”.
La Donna rappresenta quanto di più concentrato ed estremo esista nell’essere umano.
La Donna é l’essenza della progenie che continua, anche grazie all’uomo, naturalmente.
La Donna nella storia è spesso in seconda linea, ma altrettanto spesso, invisibilmente, conduce il gioco.
La Donna subisce violenza efferata, ma credo che quotidianamente tutte noi Donne subiamo piccoli e grandi affronti nella comunicazione, nei gesti, colpite nella nostra sensibilità.
A quegli uomini che ci accusano di farci “troppi viaggi mentali” rispondo:
“Ciò avviene perché é nella nostra natura e, in fondo, se ci cercate, il viaggio mentale ve lo fate anche voi.
Vogliamoci bene, noi per prime, sempre!
Nessuno può venire in nostro soccorso come noi stesse.

Marcella Nigro

 

Donna capirti e facile ma scoprirti e difficile ..perche sei donna.

Fortuna Agapito

 

Per te che ogni mattina svegli il tuo bambino e poi,lo vesti e lo accompagni a scuola e al tuo lavoro vai.
Per te che un errore ti e’ costato tanrto,che tre mi nel guardare un uomo e vivi di rimpianto.
Anche per te vorrei morire ed io morir non so .
Anche per te darei qualcosa che non ho..

Miranda Flaminio

 

Noi donne dovremmo imparare, a mio avviso, ad amarci di più, a riconoscere chi ci vuol solo usare in nome dell’ amore, del dovere.
Dovremmo avere considerazione noi per prime del nostro valore in quanto persone.
Non voglio parlare per stereotipi… ma per esperienza personale, per ciò che mi è stato confidato, per ciò che ha visto o vissuto.
Non dovremmo piegarci ai voleri altrui annientando (spesso) la nostra vera natura. Spesso per retaggi culturali o vissuto molte di noi tendono solo a “dare”….sentendosi a volte in colpa per essersi concesse spazio personale o inadeguate al ruolo che ci vuole “multitasking”…
E….quando ci ricordiamo chi siamo ed “alziamo la testa” rivendicando il diritto ad essere considerate persone, veniamo considerate egoiste, ribelli, trasgressive, esagerate, insensibili….e spesso indicate come “zoccole”. Molte volte, anche recentemente ho sentito la frase:”voi donne dovreste tornare ad occuparvi della famiglia, della casa e dei mariti. ” Come se non facessimo anche quello oltre a tanto altro.
Non dimentichiamo però che siamo le madri degli uomini e molte cose si apprendono dai comportamenti in famiglia…

Daniela Soncina

 

Mi piace il vento sul viso, mi piace il mare e la sabbia che scivola via sotto i piedi, seguendo l’onda. Amo la libertà del vento, che dove vuole spira e la mutevole danza del mare.
Io sono il vento, che passa fra i rami e fra le grate, che rode le montagne.
Io sono l’onda del mare che dondola docile e s’innalza furente.
Poi ripensi ai graffi della vita e ai suoi colpi bassi e sai che devi rialzarti, ricominciare, per la tua famiglia, per i tuoi figli e forse anche un po’ per te. E ti rialzi, dolorante, malferma sulle gambe, ma ti rialzi per combattere ancora, perché per essere donna bisogna ancora combattere, contro nemici che paiono sorriderti, contro i pregiudizi, contro la violenza e l’indifferenza, contro quei burka che si celano nella mente di alcuni. E ti chiedi perché, perché …
Perché tutte le Maria Maddalena vengano ancora lapidate.
Perché per qualcuno è sempre colpa mia …
Perché è colpa mia se il maiale di turno mi violenta “Ma cosa ci faceva lì a quell’ora e poi vestita così ?!” Ma saranno fatti miei !?
Perché è colpa mia se chi doveva dividere la vita con me decide di togliermela “ Ma è così una brava persona, chissà lei cosa gli ha fatto …”
Sapete cosa gli ho fatto?
Non gli ho stirato bene la camicia o il pranzo era insipido …
Oppure ho “osato” rispondere NO! Finalmente un no secco , potente, urlato e pianto nel cuore.
Un no che fa ancora tremare la terra …
Un no al capufficio che fa scivolare la mano e .. “ se non fai la brava vai a casa “
Un no a chi sputa sentenze di maleodorante saggezza
Un no a chi crede che “Tanto la donna se dice no vuol dire si”
Un no a quegli omuncoli che credono di conoscere i nostri pensieri e di essere in diritto di cacciare le loro prede perché “ l’uomo è cacciatore”
Un no alle tante donne che si svendono, si accontentano delle briciole concesse e che “ tanto mi permette di fare quel che voglio”
NON VOGLIO NESSUN PERMESSO
Non mi devono concedere quel che di diritto è mio
Voglio la mia dignità.
Voglio essere una persona.

Streghe

Oggi come ieri
danziamo arcaici sabba,
sotto la stessa luna,
riflessa fra le ciglia.
Nascosto fra i capelli
imprigioniamo il vento
per riuscire a volare.
Oggi come ieri
danziamo arcaici sabba
rubiamo solo sogni
che fuggono al mattino,
così senza rumore,
s’ode solo un fruscio,
come d’antiche gonne.
Oggi come ieri
danziamo arcaici sabba
e quanto ancora pianto
e lividi nascosti,
nel cuore e sulla pelle,
celati da carezze
ancora c’infliggeranno?
Oggi come ieri
danziamo arcaici sabba
perché noi siamo madri,
sorelle, figlie e amanti.
Perché noi siamo sempre
l’altra metà del mondo,
perché noi siamo streghe
e sempre lo saremo

Antonella La Frazia

 

Tratto dal mio racconto “La farfalla dorata” e dedicato a tutte le donne che stanno combattendo la loro personale battaglia: «La vita è esistere, insistere e resistere. Arriverà un giorno in cui sarai messa alla prova: dovrai fare i conti con te stessa. Finora hai fatto finta o avevi veramente tutta la forza che pensavi? Ti guarderai dentro e scoprirai quanto sei disposta a lottare. Nel momento in cui la tempesta ti coglierà, sarai impreparata, ma comprenderai velocemente di non poter rimanere ferma sotto la pioggia, dovrai muoverti. E quando la tempesta finirà, tu non sarai più la stessa. Sarà nata una nuova te. Vedrai ciò che ti è rimasto e non quello che ti è stato portato via, e in quel preciso momento saprai distinguere tra chi faceva finta e chi ti voleva bene davvero. Non lo farai per gli altri, lo farai per te… Perché te lo meriti e perché devi amarti più che puoi. Perché tu ci riuscirai. Per questo sei stata scelta».

Daniela Tresconi

 

Le donne sono preziose, splendenti come diamanti, che vivono di luce e di colori. Cercano chi dà loro il giusto valore e non le tiene rinchiuse in un cassetto, sole e oscurate, senza un senso, senza vita. Non importa se sia un principe o uno spazzacamino, ma l’importante che sia nobile nel cuore. Insomma, un uomo vero… tutti gli altri sono solo mercenari.

Maria Rosa Ruggiero

 

Delicata e fragile nei pensieri,nelle emozioni,nel bisogno d’amore.
Forte e determinata nel bisogno,nei momenti bui,nella frenesia del quotidiano.
Appassionata dell’Amore anche quando il tuo uomo diventa un aguzzino,
devi saper chiedere aiuto senza temere
di apparire perdente.
Il tuo cuore è emozione.

Pina Spinella

 

Per te donna,moglie,amante ,sorella,zia,nonna,mamma,amica…
Per te donna che lavori e nel contempo ti preoccupi della casa ,della famiglia e riesci a sorridere anche se ti si stringe il cuore…
Che rinunci per i tuoi figli affinché a loro non manchi niente…
Per mia mamma che era una donna eccezionale e a noi nove figli non ci ha mai fatto mancare niente…
A te donna che dai la vita,ma continui a lottare
A noi donne che ogni ruga è una lacrima,un sorriso,un sacrificio,un dolore,un amore,una perdita ,una conquista e siamo belle ugualmente…
Perché siamo noi che partoriamo i figli,siamo noi che conosciamo il dolore …
Bè a tutte le donne… grazie di esistere

Rina Astara

 

Sono una donna.
Non saprei essere altro.
Con tutti i pregi ed i difetti
che mi frullato dentro e fuori.
Sono vestita di colori i giorni buoni.
Sono cupa e scostante nei giorni bui.
Ma sono io che corro, che curo.
Che stendo. Che lavo. Che cucino.
Sono io che spengo incendi.
E sventolo bandiere di pace.
Vi parlo, vi spiego, vi scrivo e vi leggo
lettere, fiabe, poesie.
Capisco e non sono sola.
Non fuggo davanti al pericolo
Non allungo le mani e faccio male
Accarezzo, lenisco e stringo forte.
Abbraccio.
Son qui, donna per amore.

Danila Deilati

 

Chi dice donna dice “dono”… un guscio amorevole, una mescolanza di forza e virtù, coraggio e presenza, vita e determinazione, lealtà e volontà. Un piccolo grande miracolo divino, non sempre compresa e non sempre apprezzata, ancora a volte discriminata, ma restando sempre il fulcro del mondo.

Fabiana Manna

 

Non sarà mai festa fino a quando le donne saranno trucidate da uomini che le considerano oggetti di loro proprietà. Io non festeggio l’ otto marzo

Mariella Mogni

 

Luce che va oltre il pensiero umano, sostenitrice delle colonne possenti su questa buona e mala nostra terra.
Tu che ardi il desiderio di essere amata e voluta in continuazione da quelle forti braccia di un uomo che ti rendono libera e vera.
Guerriera e protettrice dei principi morali,nella sostanza dei nostri oscuri giorni splendendo come sole nell’animo mortale degli uomini.
Fragile e forte allo stesso tempo sopportando il peso della disperazione, della opprimente angoscia che ti divora.
Lacrime di dolore che solcano il pallido viso a causa di un amore impuro e ingannevole.
Per poi tornare a sorridere serenamente come se nulla fosse accaduto.
Tu stella polare di riferimento per i tuoi figli nella loro crescita ,allo stesso tempo ineguagliabile lavoratrice.
Bellezza eterna senza tempo, sensibile e profonda e instancabile.
Sei molto di più di un semplice corpo,sei l’amore della vita stessa.
Un corpo di emozioni ,un diamante prezioso da custodire ad ogni costo.

Valentina Maffioletti

 

Donna
Non essere vanitosa
Sei tu stessa , semplice e onesta
spettinata e non guardare se….il.vestito non e nuovo
Le ciabatte rotte , ho le calze strappate
con il pigiama ho con il grembiule da cucina sporco
sei te stessa pulita e umile donna
dal cuore puro ,e viso onesto .
E vedrai che da tutti sarai ammirata amata e guardata
per quello che tu sei fuori e dentro e non per come ti presenti .
Una donna deve sapere che!
La semplicità e la sua bellezza
L’umiltà e la purezza del cuore
e la gentilezza che fa innamorare l’uomo.
Donna! …Così fai battere forte;
il suo cuore .

Porzia Agata Cristiano

 

Essere Donna? semplicemente essere la mia vulnerabilità, la mia creatività, la mia lunaticità, essere accoglienza e determinazione, essere colei che dona la Vita non solo attraverso un figlio ma portando al mondo la propria Essenza.

Sarah Zaramella

 

Cuore di ghiaccio

Freddo tagliente, trasmette la tua voce, la paura soffoca in gola la mia …Devo nascondere le mie espressioni ed emozioni…Spero solo al domani si a un domani di sole focoso che possa scioglierti, per liberarmi di te … di me … in questa triste e fredda prigione !

Alice Silvia Morelli

Sono un essere
diverso da te,
uomo,
ma sono identica a te.
Non ammetto
nessuna
violenza.
Mai.
Da nessuno.
Il mio corpo
e la mia anima
appartengono a me.
Solo io dico
MIA.
Mia è la
coscienza.
Mio il respiro.
E mio è il bacio,
se decido
di donarmi a te.
Sono io
uomo,
che completo quella
tua ombra
dimezzata.

Erika Gardin

 

Infine voglio postare un pensiero per le donne di Matty Salvagni

Donna,
per me tu sei
amore materno
io qui ho riscoperto
l’ essenza di te
da quando ho aperto
gli occhi alla vita
tu mi hai cullato
mi hai sostenuto
mi hai protetto
e i valori più belli
che mi han reso dignità
me li hai donati tu.
E al benvenuto
di ogni primavera
aspetto con fervore
il fiorir di mimosa
per profumare l’ amore
che provo per te…
mamma

Noi auguriamo alle donne e ci auguriamo che presto questi venti di morte e di tempesta si allontanino dal percorso di vita delle donne nel mondo.

 

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci, fondatrice ed amministratrice dall'8 luglio 2016 . Il blog nasce dalla mia passione per i libri da sempre, dalla voglia di parlarne e fare rete culturale, perché io penso che il web, i blog, i social si possono usare in tanti modi, io ho scelto di creare un'oasi culturale. io sono pienamente convinta che leggere ci insegna a pensare e a essere liberi. "Leggere regala un pensiero libero come un volo di farfalle, un’anima con i colori dell’arcobaleno , forza e creatività" è il mio motto. Editor freelance, correttore di bozze, grafica. Servizi editoriali .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.