“OTTO. Tutti siamo Tutti”, di Roberta Calandra

Otto - Tutti siamo tutti di Roberta Calandra

Otto – Tutti siamo Tutti di Roberta Calandra, edizioni Croce

Ma l’amore, anche se mal diretto, è tra quelle cose che sono immortali e sorpassano tutta quella fragile materia che saremo e siamo stati”. (cit.)

Leggi il libro Acquistalo qui

Otto:  Nome, numero, simbolo di infinito … quante sono le cose che si possono dire a partire dal titolo di quest’opera, neanche riusciamo a immaginarlo.  E’ il mio secondo approccio alla scrittura di Roberta Calandra e posso fin da subito affermare che non ha fatto altro che confermare le mie iniziali valutazioni.

Otto è un romanzo sui generis, trae spunto dall’omonimo spettacolo teatrale vincitore del “Premio inediti Elsa Morante 2012” . Campeggia in copertina una meravigliosa collana di perle disposta a formare un infinito. E le perle sono il filo conduttore dell’intero testo.  Simbolo assoluto di femminilità legato a una triplice valenza Luna-Acqua-Donna. Considerata una tra le pietre più preziose che esistano al mondo e nonostante emblema di purezza, associate spesso a lacrime e dolori …

Otto è il numero dei personaggi di un testo che percorre la storia.  Olympia e Philippe nella Francia degli anni della rivoluzione. Lei ribelle e coraggiosa in cerca di emancipazione e di diritti per le donne, lui un uomo che vive per i suoi trattati alchemici.  Gabriel e William nell’Inghilterra del 1820, poeta decadente amante dell’arte, inquieto, malinconico, schivo, fragile; Gabriel attivo politicamente: così diversi, così uguali.  Milena e Greta in uno dei campi di concentramento nella Germania Nazista. Milena, figura carismatica, forte, fiera, orgogliosa, in grado di opporsi e fronteggiare i tedeschi con ironia e autorevolezza. Greta, fragile, bisognosa di affetto e di protezione.  E infine, con un salto temporale, giungiamo ai nostri giorni dove troviamo Elena e Giacomo, un rapporto strano, romantico , altalenante, freddo, passivo … un rapporto del nostro vivere quotidiano.

Quattro coppie legate da amori diversi come diverso è il periodo storico e il contesto in cui lo vivono.  L’amore rivoluzionario, quello omosessuale, quello saffico nato forse più per bisogno di affetto e di calore umano che per puro sentimento e, infine, quello più libero ma probabilmente meno profondo e più arido di sentimento vero perché sporcato da agenti esterni e da stereotipi inutili.

E’ l’amore quindi il trait – d’union del testo che è una miscellanea di generi dal romanzo al saggio storico, dal teatro, alla spiritualità … Spiritualità di anime affini e gemelle che si ritrovano inconsapevolmente a navigare attraverso i secoli per mettere pace alla loro brama di affetto chiudendo man mano cerchi lasciati aperti da situazioni non vissute fino in fondo. 

Un testo evocativo, visivo e ben curato nei minimi dettagli, con note a margine attente a spiegare periodi storici e luoghi non di conoscenza così comune e che gli amanti della storia non disdegneranno di approfondire.

Il romanzo della forza e della resilienza, della voglia di lottare e di farcela a tutti i costi, a ogni costo, della libertà, dove l’amore legato alla sua collana di perle, odiata, amata, ingoiata, è il solo a trionfare anche al di sopra della morte.  Anime uguali in corpi diversi e in epoche differenti che cercano completezza e ristoro agli eventi del passato. 

Roberta Calandra è un’autrice poliedrica, scrittrice, sceneggiatrice, drammaturga, compie una specie di miracolo circolare, infinito, una sorta di uroboro per far comprendere che alla fine tutto si ripete se nulla cambia, e lo fa con un’ immagine splendida iniziandone la stesura esattamente dalla fine, dalla nascita di due gemelli, inizio di una nuova vita, fine di un processo chiamato gravidanza …

Una forza motrice uguale e contraria domina dalla prima all’ultima pagina e una volta iniziata la lettura difficilmente ci si riesce a staccare, specie nella parte centrale dove Milena e Greta ti piombano addosso con una forza prorompente e ciclonica lasciandoti senza fiato.

Un testo coraggioso, colto, scorrevole, perfetto dal punto di vista narrativo tanto quanto linguistico e  stilistico.  Coinvolgente, accattivante, introspettivo, per certi aspetti illuminante, catartico e dal forte impatto emotivo ed emozionale. Non posso che complimentarmi con Roberta Calandra e consigliarne assolutamente la lettura.

Teresa Anania

“In principio era il silenzio. Un’ipotesi aprocrifa per il vangelo di Maria Maddalena”, di Roberta Calandra

Otto è il simbolo dell’infinito e questa storia parla delle infinite potenzialità della vita e della sua forza primigenia, l’amore. I protagonisti di questa lunga favola sono due, anche se si ritrovano, a loro insaputa, a rivestire i panni di otto vite diverse, amandosi costantemente attraverso i secoli.
Prima sono Philippe e Olympia durante la Rivoluzione Francese: un libertino e una rivoluzionaria.
Diventano Gabriel e William, due poeti romantici dell’800, poi Milena e Greta in un lager, per finire ad amarsi come Giacomo ed Elena, un uomo e una donna in posizione scambiata rispetto ai ruoli di partenza. Una sorta di “Orlando per 4” in salsa di Encyclopedie, una favola sull’amore, sulla passione, sulla resilienza.

AUTORE: Roberta Calandra

TITOLO: OTTO. Tutti siamo tutti.

EDITORE: CROCE

COLLANA: L’OzioSapiente

Uscita: 19.11.2020

PAGG.: 272 –brossura

PREZZO: €. 18,00

EAN: 9788864023861

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.