Ovunque Sei di Daniela Quadri

Un  thriller psicologico che tocca argomenti che non ti lasciano indifferenti la scomparsa nel nulla di bambini.

La tragedia di veder sparire un bambino di soli tre anni sotto ai propri occhi, ci riportano alla cronaca dove bambini spariti nel nulla non sono mai stati ritrovati.

L’autrice esplora perfettamente gli stati d’animo di chi ha perso un figlio inspiegabilmente: il senso di  colpa (perché l’ho lasciato da solo un attimo nel giardino?), la disperazione più nera che ti porta ad essere un automa , la speranza che non ti abbandona mai, vivere la camera del proprio bambino perduto quasi come un’ancora di salvezza che tiene accesa la speranza.

Le tende appena socchiuse lasciano filtrare un filo di luce che fa brillare il pulviscolo nell’aria: schegge di dia-mante sul palmo rugoso del tempo. Non accendo l’interruttore. Non ce n’è bisogno. Ormai conosco ogni centimetro di questa stanza, anche meglio della mia stessa anima. Perché questa stanza, ogni oggetto, suppellettile e giocattolo che contiene, è diventata la mia anima. Immobile e ferma nel tempo. Deserta e senza più vita. Eppure rimane l’unico luogo in cui riesco ancora a trovare uno spiraglio di luce. Un debole e tremulo istinto di sopravvivenza mi spinge ogni giorno a incontrare, qui, la mia anima: crocefissa a queste pareti verde pallido, spruzzate di grandi girasoli e allegre paperelle. Nessuno dovrebbe sopravvivere ai propri figli

Un libro che io ho letto con grande piacere e lo consiglio assolutamente, la sensibilità di una donna che esplora il dolore nei più profondi recessi dell’anima.

Un romanzo dove nessuno ha la personalità che mostra , la mancanza d’amore ed i maltrattamenti generano ferite mai più rimarginabili. Due donne una la mamma di Simone che la disperazione rende un automa privo di vita, fiduciosa solo nel carabiniere Nardone che non ha dimenticato come l’opinione pubblica che Simone di soli tre anni è sparito nel nulla. L’altra donna che al limite della follia crede suo un bambino rubato. E chi è realmente Raffaella cosa nasconde?

Tony Nardone insieme alla fidanzata Marta giornalista indagano a  tutto tondo e partendo da un cadavere reso irriconoscibile dall’acido che riporta al libro precedente di Daniela Quadri  “ Le stelle di Srebenica” di cui “Ovunque sei “ è il seguito ma assolutamente leggibile anche separatamente. le due indagini quella dell’uomo ucciso e quella della scomparsa di Simone si intrecciano, perché nulla è come sembra e pian piano si arriva alla verità.

Elisa Santucci

Titolo: Ovunque sei

Autore: Daniela Quadri

Editore : Leucotea Project

Prezzo : € 13,90

Daniela Quadri

Daniela Quadri è nata e vive a Monza, nel cuore della Brianza.

Laureata in lingue e letterature straniere moderne, lavora nell’ambito del marketing; i suoi interessi spaziano dalla fotografia alla cultura giapponese, della quale ama in particolare la pittura tradizionale, gli Haiku e la degustazione di tè.

Esordisce nel 2011 con “Spicchi di Cuore” (0111 Edizioni), una raccolta di racconti sul tema degli incontri sentimentali, seguita nel 2013 da “Istantanee di un destino” (0111 Edizioni), un’altra raccolta che fotografa l’amore attraverso gli occhi dei vari protagonisti.

Nel 2015 pubblica il primo romanzo “Le stelle di Srebrenica” (Leucotea Project), che vede la coppia di fidanzati-investigatori, Marta Valtorta e Tony Nardone, alle prese con vicende drammatiche legate al conflitto di Bosnia-Erzegovina, mentre nel 2017 esce il suo naturale seguito “Ovunque sei” (Leucotea Project), dove Marta e Tony vengono coinvolti in due casi irrisolti: un cadavere senza volto e un bambino scomparso.

Le sue storie al femminile, più volte premiate, raccontano un universo complesso, forte e delicato, ma sempre coinvolgente e attuale.

La descrizione

Una telefonata annuncia il ritrovamento di un cadavere nel Parco Reale di Monza: chi è l’uomo con il volto sfigurato dall’acido? Due donne misteriose si affrontano, contendendosi un bambino: è forse il piccolo Simone, rapito in un paese della tranquilla Brianza pochi mesi prima? Vicende, che non sembrano avere alcun nesso logico e dove nessuno è ciò che appare, danno il via alle indagini di Marta Valtorta, giornalista free-lance, e Tony Nardone, il suo fidanzato carabiniere. Echi del passato e drammi di sconvolgente attualità si intrecciano, ma le intuizioni di Marta e la ferrea logica di Tony porteranno a galla una verità che non è mai solo bianca o solo nera, perché la vita ha una gamma infinita di tonalità: mai perfettamente definite, mai del tutto pulite, mai così sporche.

 

 

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci, fondatrice ed amministratrice dall'8 luglio 2016 . Il blog nasce dalla mia passione per i libri da sempre, dalla voglia di parlarne e fare rete culturale, perché io penso che il web, i blog, i social si possono usare in tanti modi, io ho scelto di creare un'oasi culturale. io sono pienamente convinta che leggere ci insegna a pensare e a essere liberi. "Leggere regala un pensiero libero come un volo di farfalle, un’anima con i colori dell’arcobaleno , forza e creatività" è il mio motto. Editor freelance, correttore di bozze, grafica. Servizi editoriali .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.