Quando piove senza nuvole, di Gaia Campo

Autore: Gaia Campo

Titolo: Quando piove senza nuvole

Editore: Youcanprint

Pagg: 96-copertina morbida

Anno: 2018

Prezzo: €. 8,00

 

Romanzo rosa, breve, che dà l’esordio a Gaia Campo, giovane diciannovenne che riversa in poche pagine la freschezza dell’età e il sogno dell’Amore dolce e romantico come è giusto debba essere a quell’età.  E’ un racconto a due voci, che attraverso un viaggio, sia fisico, su rotaie, sia mentale e spirituale, un uomo e una donna compiono in maniera indipendente l’uno dall’altra, ma sono accomunati dall’incontro con un cantastorie  ” Lo Sconosciuto” che si accompagna al suo ukulele.  Il racconto è intriso di domande, pensieri, desideri, tenerezza, fantasia, relativi all’età di chi scrive. Molti anche i riferimenti all’arte di Monet e Van Gogh.  Ciò che traspare è il desiderio di far arrivare al lettore la necessità di ricordare che l’Amore va sempre affrontato con uno spirito fanciullesco, osservato con gli occhi e col cuore di chi sente le farfalle nello stomaco e ha quell’ideale di sentimento che l’età e l’esperienza  tendono ad affievolire. La scrittura è semplice, lineare, indispensabile. Si legge velocemente, la narrazione è fluida, scorrevole, leggera ed essenziale e ha la capacità di farti calare nel percorso mentale dei personaggi facendoti credere per un attimo che forse, quel tipo di sentimento possa spingersi anche oltre i vent’anni, quando  i sogni e le aspettative hanno lasciato il posto ad una realtà più ingannevole.  Il messaggio arriva chiaro, non esistono regole, l’Amore è mutevole, e il bisogno di Amore e di Amare non ha età. Basterebbe avere minori paure, pregiudizi e preconcetti; predisporsi senza se e senza ma a ciò che la vita ci offre, abbassare le difese e accogliere ciò che a volte abbiamo sempre avuto di fronte ma che il nostro egoismo, il nostro ideale di qualcosa che non esiste, o che esiste solo nelle favole ci ha sempre impedito di raggiungere.   Il “c’era una volta… [….] … e vissero tutti felici e contenti..” appartiene a quel mondo fatato che  può continuare ad esistere solo nella fantasia di chi non ha ancora avuto modo di fare i conti con l’oggettività della vita e della realtà quotidiana.

Teresa Anania

Gaia Campo nasce a Nicosia (En), un paesino dell’entroterra siciliano; sin da piccola amante dell’arte e della lettura, inizia a scrivere attraverso i dipinti di Monet e Van Gogh, attraverso l’amore per la musica e per le parole. Sviluppa il concetto di scrittura sensoriale, che consiste nel prendere un concetto semplice, basilare e scriverlo in modo da arrivare al lettore, ricercando l’empatia tra chi scrive e chi legge.

TRAMA:

“Quando piove senza nuvole” parla di un viaggio fisico e mentale alla ricerca di se stessi. È la storia di due vite parallele che si incrociano distrattamente grazie alle filastrocche e alle poesie di un vagabondo con l’ukulele blu.

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.