Uno di meno di Lorenzo Beccati

Uno di meno

Uno di meno di Lorenzo Beccati, Oligo Editore

Un romanzo storico che, con sapere ricercato, mette in evidenza la vera, perpetua natura dell’uomo.

Uno di meno

Per quanto sorprendente possa apparire a chi non ha osservato né sperimentato la complessità umana, (…) l’assassino, nella maggior parte dei casi, si sente innocente quando uccide. Ogni criminale assolve sé stesso prima della sentenza. Si considera, se non nel suo diritto, almeno giustificato dalle circostanze.”

Albert Camus

Maggio 1584. Il doge Gerolamo Chiavari è impegnato in una battuta di caccia in una radura polverosa sulle alture di Genova. Durante il percorso, i molossi che lo accompagnano vengono ritrovati con il ventre squarciato. Inizialmente si pensa alla furia di un cinghiale, ma l’epilogo è inaspettato e bizzarro: l’autore dello scempio è poco più che un bambino, gracile e impavido, abilissimo nell’utilizzo dei coltelli, che dice di chiamarsi Grifo e che suscita immediatamente nel lungimirante doge un interesse e una curiosità notevoli.

“Ho bisogno di un uomo abile come nessun altro, capace di portare a termine incarichi spesso al di fuori della legalità, agendo all’oscuro del mondo ma sotto la mia protezione occulta. Dovrai ubbidire solo a me, qualunque cosa ti comandi, e giurarmi fedeltà assoluta. (…) Ti farò addestrare in ogni arte perché tu possa diventare il guerriero più abile e scaltro che sia mai esistito. E senza bisogno di eserciti intorno. (…) Ti manterrò e ricompenserò tanto da soddisfarti. Inoltre, ti darò di che vivere una vecchiaia serena e negli agi. Attento però. Tu sarai il mio braccio, ma se mi tradirai, sarò pronto a tagliarlo.”

Il patto è suggellato.

Il tempo trascorre inesorabile, e scandisce le evoluzioni del mondo. Lo stesso Grifo si ritira nell’abbazia si San Fruttuoso a fare il sacrestano ma, in un giorno di giugno del 1621, dopo ben ventinove trascorsi a vivere la sua esistenza in tutt’altro modo, gli arriva un messaggio chiaro: la Superba lo reclama e lui deve far ritorno.

“Qualche volta, però, ci viene chiesto di tornare indietro a ciò che eravamo. Al passato nessuno sfugge se non con la morte che tutto azzera.”

Il nuovo doge, Giorgio Centurione, è minacciato e teme per la sua incolumità.

Ma chi trama nell’ombra ai suoi danni? Quali agghiaccianti verità scoprirà Grifo? E, soprattutto, quante vite si spezzeranno prima di conoscere la realtà dei fatti?

Con un lessico tipico del periodo storico in cui è ambientata la narrazione, Beccati ci riporta indietro nel passato, aprendoci le porte di una città meravigliosa e misteriosa al tempo stesso. Tra vicoli colorati e rumorosi, tra nobili e popolani, tra palazzi sfarzosi e case diroccate, si dipana un coinvolgente intreccio fatto di intrighi, di menzogne, di disperazione, di sete di potere, di prevaricazione, di segreti inconfessabili, ma anche di passioni, di amore, di fiducia, di stima, di scelte a volte obbligate dalle quali è impossibile sottrarsi.

“Io sono un sacrestano come mi avete conosciuto. Un tempo, infinitamente lontano, ero qualcun altro che stento a riconoscere io stesso ma di cui non mi pento. Troppo tardi per avere rimorsi. E forse mi compiacevo di ciò che ero.”

Una lettura coinvolgente, intrisa di colpi di scena, che gli amanti dei libri storici gradiranno sicuramente. Un romanzo che, con sapere ricercato, mette in evidenza la vera, perpetua natura dell’uomo. Homo homini lupus. Una realtà inconfutabile, ahimè, sempre attuale…

Io ho solo un modo di risolvere le cose. Si chiama sofferenza.”

Era il più abile dei sicari, addestrato fin da ragazzo per annientare i nemici del Doge. Viveva da decenni nell’ombra di un’altra identità ma, fedele a un giuramento, Grifo è costretto di nuovo a impugnare i suoi coltelli letali. Cosa si nasconde dietro la morte del Doge Gerolamo Chiavari? Chi ricatta il Reggente? Quante persone dovrà uccidere per scoprirlo? Tra la fine del Cinquecento e l’avvio del Seicento, nello sfarzo dei palazzi e nell’ombra dei carrugi, in una Genova scossa da congiure e intrighi di potere, Lorenzo Beccati ambienta un affascinante thriller storico capace di far respirare l’aria del passato e di provocare forti emozioni, catapultando il lettore in un mondo fatto di misteri, amori, tradimenti e disonore.

Autore: Lorenzo Beccati
Editore: Oligo
Collana: Narratori
Anno edizione: 2022
In commercio dal: 31 marzo 2022
Pagine: 312 p., Brossura
EAN: 9788885723924

[paypla-donation]

Pubblicato da Fabiana Manna

Salve! Sono Fabiana Manna e adoro i libri, l’arte, la musica e i viaggi. Amo la lettura in ogni sua forma, anche se prediligo i thriller, i gialli e i romanzi a sfondo psicologico. Sono assolutamente entusiasta dell’idea della condivisione delle emozioni, delle impressioni e delle percezioni che scaturiscono dalla lettura e dalla cultura. Spero di essere una buona compagna di viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.