Superwoman, Francesca.

Superwoman, Francesca. Robin edizioni

Superwoman

“Sì, sono incinta, sono ingegnere, sono capo e faccio tutto!”

Mi fermo davanti al titolo che evoca superpoteri femminili, anche se sono più incuriosita dal nome dell’autrice, lì solo soletto senza altri riferimenti. Una svista? No, il cognome proprio non c’è.
Prima di procedere con la lettura, do uno sguardo d’insieme al libro pagine e alle date che vi compaiono. Sono pagine di diario, una delle narrazioni che preferisco.
Francesca si racconta nella sua quotidianità di giovane donna realizzata professionalmente, felicemente sposata, dal momento in cui scopre di essere incinta fino a …
Mi ritrovo a seguirla, quasi timorosa di individuare qualche spiacevole evento dietro al racconto di una normalità che non alloggia spesso tra le pagine dei libri.
Ci sono tutti i pensieri legati al miracolo della vita che fiorisce nel grembo materno, con l’amorevole supporto di un uomo pronto a diventare padre, con tutte le incertezze che accompagnano la coppia in questa fase di transizione, che va dall’essere marito e moglie fino a diventare genitori.
Visite, esami di routine, ecografie, acquisti, lavoro, impegni e tanti, tanti dubbi… Come fanno gli altri a… Come faremo noi … Lavorare fino all’ultimo. Essere superwoman …
La gravidanza diventa infine una comfort zone ed è il parto a spaventare. Poi l’ultima settimana di lavoro, quando il fermarsi appare increscioso, restare a casa senza mail, telefonate, riunioni … tutto sta per cambiare.

La naturalezza espositiva conquista e il libro si legge tutto d’un fiato con una sensazione di benessere che permane.
Una lettura tutta al femminile? Verrebbe spontaneo pensarlo, ma credo che sarebbe un bene anche per l’universo maschile, per comprendere meglio ciò che accade in questa delicata fase della vita e quanto sia importante il ruolo rivestito dall’uomo.

“La nonna avrebbe riso sapendo quante visite e quante analisi sto facendo. Ora rimanere incinta è un affare di stato.”

Tanto di cappello a chi fa ecografie. Io sarei super imbranata a trovare tutti i pezzi del bambino. Poi vedono cose che gli umani…”

“Ho avuto mani sulla pancia da gente insospettabile.”

“Lo sguardo di rispetto e ammirazione con cui mi guarda la gente mi piace.”
“La pancia mi copre la visuale!”

Maria Teresa Lezzi Fiorentino

Il racconto, in forma di diario, è un viaggio nella vita di una ragazza lavoratrice che scopre di essere incinta: dalla sensazione di inadeguatezza, attraverso le difficoltà per far conciliare carriera e famiglia, alla scoperta che ogni donna è una “superwoman”.

Francesca
Superwoman
pagine 88
euro 10
genere: Narrativa italiana
pubblicato: 2022
ISBN 9791254670972

Pubblicato da Maria Teresa Lezzi Fiorentino

Maria Teresa Lezzi Fiorentino vive a Lecce, sua città natale, dedicandosi alla famiglia e al lavoro. Coltiva da sempre due grandi passioni, lettura e scrittura, per sé e per tutti coloro ai quali riesce a trasmettere il proprio entusiasmo. Il fulcro intorno a cui hanno ruotato i suoi scritti, articoli e recensioni, è stato per lungo tempo l’assetto metodologico-didattico, con un’attenzione particolare alla sfera emozionale e al benessere degli alunni. Dopo un appassionante percorso professionale in varie scuole del Salento, che ha visto l’autrice insegnante di scuola materna, psicopedagogista e docente di materie letterarie, nel 2018 avviene la svolta ed inizia una nuova stagione della vita,in cui la scrittura privilegia la narrazione, partendo dalla quotidianità e dalla memoria del tempo vissuto. È tempo di racconti brevi, lettere, autobiografie e recensioni. Sono dell’autrice, pubblicati con Youcanprint:Di vita in vita, La via maestra, Spigolando tra i ricordi, Passo dopo passo … e altri racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.