Una donna per la città: Teresa Filangieri Ravaschieri.

Particolare di Palazzo Ravaschieri – opera di Francesco Ierace


Teresa Filangieri Ravaschieri: duchessa, filantropa, scrittrice.

Articolo a cura di Anna Gelardi

Della figura di questa nobildonna napoletana  nata nel 1826, figlia del generale Carlo Filangieri e nipote del filosofo Gaetano Filangieri, si è parlato  il 16 maggio scorso in un incontro pubblico tenutosi nella Sede amministrativa dell’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale  Santobono Pausilipon,  in Via della Croce Rossa 8 sul tema: “Una donna per la città: Teresa Filangieri Ravaschieri”.

A porgere i saluti al folto pubblico c’erano il Presidente della I Municipalità Francesco De Giovanni di Santaseverina e il Direttore Generale dell’ AORN Santobono Pausilipon, Anna Maria Minicucci.

La dottoressa Francesca Galgano, Presidente della Consulta Pari Opportunità della I Municipalità e la dott.ssa Federica Minaci, Direttore dell’U.O.C. Formazione, Comunicazione e Relazioni esterne, hanno introdotto il dibattito.

Sono intervenute all’incontro, moderato dalla giornalista Armida Parisi, la psicopedagogista Francesca Marone, la storica dell’arte Isabella Valente, l’avvocato Stefania Torre e  la scrittrice Valeria Jacobacci, autrice della biografia “Io Teresa Filangieri”, di cui l’attrice Gea Martire ha letto alcune pagine.

Gli interventi che si sono succeduti hanno evidenziato la figura quasi rivoluzionaria di Teresa, la quale, dopo la morte a soli 12 anni dell’amatissima figlia Lina, rompe gli argini del ruolo che aveva svolto fino a quel tragico evento e si dedica con tutta se stessa  alla realizzazione del suo sogno: aprire a Napoli il primo Ospedale pediatrico italiano, intitolandolo proprio alla figlia.

Sogno fortemente perseguito, tra difficoltà di ogni genere, soprattutto di tipo finanziario, come si evince dalle pagine del libro della scrittrice Valeria Jacobacci, magistralmente interpretate dall’attrice Gea Martire.

L’intervento della storica dell’arte Isabella Valente si è focalizzato, invece,  sulle sculture volute dalla Filangieri nell’Ospedale pediatrico e affidate a Francesco Jerace, scultore tra i più importanti dell’epoca.

Teresa, infatti desiderava che i bambini ospitati in ospedale, dai loro lettini godessero non solo della vista del panorama più bello del mondo , ma anche delle magnifiche opere di un grande artista.

Insomma è come se dalla morte della figlia, Teresa avesse trovato una forza incredibile e avesse deciso di improntare la sua vita alle opere di carità, all’aiuto dei poveri, dei deboli, delle famiglie in difficoltà , dei bambini malati :il suo senso di umanità e di filantropia erano proverbiali.

Aveva sempre bisogno di soldi che erano sempre troppo pochi, anche se aveva attinto largamente alla propria dote e aveva sperimentato la generosità del marito. Non esitava a raccogliere soldi in tutti i modi possibili, allestendo spettacoli di beneficenza e coinvolgendo nella raccolta fondi i numerosi amici aristocratici .

Questo incontro è stato soprattutto un dovuto omaggio della città di Napoli e dell’AORN Santobono Pausilipon ad una figura importantissima della storia della città e dell’AORN stessa, nobile di casato e di cuore, artefice della nascita di uno degli Ospedali pediatrici più importanti d’Italia.

Con entusiasmo, è stato annunciato, tra gli applausi scroscianti dei presenti, l’intitolazione a nome di Teresa Filangieri Ravaschieri della strada che ora ospita la Sede Amministrativa del Santobono Pausilipon, Via della Croce Rossa.

Evento davvero molto molto emozionante al quale il Blog Il Mondo incantato dei libri non poteva assolutamente mancare!

Anna Gelardi

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci, fondatrice ed amministratrice dall'8 luglio 2016 . Il blog nasce dalla mia passione per i libri da sempre, dalla voglia di parlarne e fare rete culturale, perché io penso che il web, i blog, i social si possono usare in tanti modi, io ho scelto di creare un'oasi culturale. io sono pienamente convinta che leggere ci insegna a pensare e a essere liberi. "Leggere regala un pensiero libero come un volo di farfalle, un’anima con i colori dell’arcobaleno , forza e creatività" è il mio motto. Editor freelance, correttore di bozze, grafica. Servizi editoriali .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.