Una giornata bestiale, Vincenzo Carriero

Autore: Vincenzo Carriero

Titolo: Una giornata bestiale

Editore: 0111 Edizioni

Anno: 2017

Prezzo: €. 2,99 e-pub / 14,00 Cartaceo

Romanzo d’esordio dal linguaggio scorrevole, leggero e poco impegnativo; semplice nella struttura ma non nei contenuti. Un viaggio onirico-introspettivo-metaforico del protagonista, un uomo comune, in cui si proietta il mondo intero attraverso un continuo andirivieni tra sogno/incubo e realtà. Una vera e propria metafora della vita in cui tramite un percorso stravagante e surreale, quasi ai limiti del patologico, il protagonista, Enzo, accompagnato da una sorta di Angelo Custode , un essere androgino non meglio definito, un “non nato”, un “aborto” avvenuto nel periodo precedente alla formazione sessuale, procederà tra i meandri della sua mente zeppa di quelle paure e quei “mostri” mai scomparsi nonostante l’età adulta. Toccherà con mano la differenza tra Bene e Male in tutte le sue sfumature. La bestiale avidità degli uomini nel voler a tutti i costi accaparrarsi beni materiali, potere, soldi… ogni mezzo è perfetto per soddisfare istinti effimeri e pulsioni di ogni tipo. Egoismo allo stato puro, pur di arrivare a ciò che sembra essere vitale per il benessere personale.Un circolo vizioso dominato dal Dio Denaro, che qui viene denominato “Re di Denari”,  paragonabile brillantemente agli Avari e ai Prodighi di Dante, tanto quanto al platonico Demiurgo quale forza dominatrice. L’affannosa ricerca di accumulo di ricchezze in senso lato, porta ad una sterile omologazione facendo dimenticare i veri valori dell’esistenza umana.   “……Veniamo al mondo per vivere un’esistenza che ci porta alla morte…… Viviamo e ci affanniamo aspettando la fine…… Accumuliamo ricchezza, consumiamo risorse, ci vendiamo l’Anima. Per Niente….”  L’equilibrio umano, fragile per natura, è messo a dura prova, perennemente al bivio ove operare una scelta tra “ribelli e mansueti” , tra tutto e subito, semplice, veloce, appagante, o attendere con pazienza il decorso degli eventi senza bramosia,avidità  e corruzione.  “….La strada per gli uomini ribelli è spesso in salita e lastricata di merda. Ci sono fossi, insidie, belve feroci che ti fanno agguati mortali. E’ un percorso tortuoso e pericoloso…… essere ribelli significa essere dei perdenti. Sempre. Impossibile sfidare il sistema senza perdere qualcosa. C’è chi perde la vita, chi la libertà, chi l’onore, altri gli affetti. Io ho perso tutto…. La strada dei mansueti invece è in discesa, pulita, asfaltata…. In cambio di un pezzo di libertà l’uomo mansueto ha la facoltà di lavorare tutto il giorno per pagarsi la pensione che non avrà mai perché quel giorno sarà già morto. …… L’uomo mansueto non pensa….. è felice perché non si pone domande……..”   La fine del romanzo è il risveglio non solo onirico ma dell’animo e della coscienza…. la consapevolezza che è solo l’Amore la forza in grado di muovere il mondo. Amore inteso non come sentimento scontato da romanzetto rosa, ma quello universale, dei valori veri, delle buone intenzioni, della capacità e della volontà di poter scalare le montagne per “prendersi cura” di chi si ama.  “….. Per lei vorrei una vita migliore. Un mondo diverso. Un uomo che le regalasse gioielli fatti di sentimenti e buone intenzioni……”      Un romanzo surreale, grottesco, ironico , di stile quasi fantozziano ma d’effetto, la cui morale di falsa riga fiabesca, arriva con forza dirompente, sconcertante e coinvolgente.

Teresa Anania

Vincenzo Carriero, napoletano, classe 1975. Laureato in economia, imprenditore e scrittore per passione. Scrive romanzi, racconti e poesie. Collabora per la casa editrice Follie Letterarie, per la quale scrive racconti e storie brevi pubblicate sull’applicazione Android Storie in Coda. Scrive racconti per la rivista letteraria digitale “L’Irrequieto”. Il primo romanzo “ Una giornata bestiale” é stato pubblicato da 0111 edizioni nel novembre 2017 Il secondo romanzo, “ Pulp Napoletano” uscirà  il prossimo inverno, pubblicato da  Le Mezzelane editore.

TRAMA:

“Una giornata bestiale”, un racconto breve, truce, intimo. Un viaggio onirico attraverso le mie visioni, il mio modo di vedere il mondo, la gente, il vizio, il peccato, la morte, l’amore. La giornata inizia con una serie di episodi sfortunati ed un po’ fantozziani. Ad un certo punto, sogno, incubo e realtà si confondono in una serie di avvenimenti grotteschi e reali allo stesso tempo. Ogni personaggio del racconto ha tratti e caratteristiche di persone che ho conosciuto e con le quali ho davvero condiviso situazioni paradossali. Come il “casariello” o la fuga in metro. Come il labirinto fatto di infiniti cessi, il mio incubo ricorrente. Come il ragno che mi divora per poi farmi rinascere diverso, migliore, peggiore. Dipende. “Una Giornata Bestiale” è tutto e niente. È il mio racconto, sono io, uomo qualunque. Con le mie ansie, le mie paure, le mie speranze. Guardo il mondo dalla finestra. Il mondo cambia veloce, davvero? Forse. Io resto. E guardo.

 

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.