UN’EDUCAZIONE SENTIMENTALE IN DUE LIBRI Di LUDOVICA SAN GUEDORO, EDITI FELIX KRULL EDITORE.

Da “Pastor che a notte ombrosa nel bosco si perdé…” ad “Amor che torni…”: un’unica storia scritta con infinita dolcezza mista ad intensi sentimenti da Lodovica San Guedoro

Siamo lieti di presentare al pubblico italiano due libri destinati ad entrare nel pantheon della letteratura, editi Felix Krull editore

Pastor che a notte ombrosa nel bosco si perdé…: Un’educazione sentimentale.

CANDIDATO AL PREMIO STREGA 2017 DA DACIA MARAINI E MARIA ROSA CUTRUFELLI !!!

Era iniziato il mese di dicembre. L’avevo conosciuto uno dei primi giorni di settembre. Erano dunque quasi tre mesi che durava la nostra storia. Ci eravamo visti in tutto sedici volte, sei di queste a casa mia.
Era una storia di cui noi eravamo i soli protagonisti, eravamo isolati in un saldo cerchio di solitudine e di attrazione reciproca, curiosamente affascinati, ravvicinati e stretti l’una all’altro da un sortilegio, da un mirabile, imperscrutabile artificio della natura, sia che c’incontrassimo nelle vie serali deserte e umide, sia che stessimo insieme nel tepore della mia cucina rischiarata dalla tenue luce della lampada o nella velata penombra della stanza da letto.
Era con me che lui voleva stare ed era con lui che io volevo stare, per quante difficoltà si opponessero a questo nostro imperioso e commovente desiderio, cercavamo di esserlo in ogni modo. Lui correva agli appuntamenti con le ali di Mercurio, dopo essersi districato dai suoi infiniti obblighi e strappato dal controllo dei suoi genitori e di sua moglie. Arrivava sulla mia soglia affannato, bagnato di doccia o di sudore, anelante il mio bacio, quella smania di stare lì dove stava l’altro ci dominava imperiosamente entrambi.
Ma da poco, improvvisamente, questa incantevole e incantata assolutezza si era rotta e altre figure erano apparse ai margini del cerchio: sua moglie e suo figlio. Figure concrete, che ancora non sapevo esattamente quale carica di pericolo contenessero, l’avevo intuita soltanto, per un attimo, con sconvolgente limpidezza, è vero, ma poi avevo chiuso gli occhi, abbandonandomi ancora e di nuovo all’onda seducente delle emozioni che mi regalava il caro fanciullo, continuandolo a sentire mio, solo mio, tutto devoto a me, occupato con me e pieno di me, malgrado la sua follia e le sue fissazioni.

https://www.amazon.it/dp/B0743JKD9Z

Amor che torni…Un’educazione sentimentale. Secondo libro (Italiano)

Amor che torni …” è la continuazione di “Pastor che a notte ombrosa nel bosco si perdé …” e delle peripezie dei due amanti protagonisti: del loro errare e soffrire, cercarsi e sfuggirsi, ferirsi e amarsi, mille volte perdersi e ritrovarsi infine una sera di aprile, nel modo più inaspettato, prodigioso e fulmineo. Ha lo stesso respiro epico e insieme intimo, la stessa struggente dolcezza, la stessa potenza di sentimenti, le stesse grandi ali dispiegate nel sogno. Perché i due libri sono in verità un unico romanzo, una summa di tutte le storie d’amore mai scritte, di tutti i tormenti e le gioie d’amore mai vissuti, di tutta la psicologia amorosa descritta e sintomatologia amorosa rappresentata dall’inizio della storia umana, ma anche, e più d’ogni altra cosa, un paradigma dell’impossibile che si rivela possibile.

https://www.amazon.it/torni-Uneducazione-sentimentale-Secondo-libro/dp/3939901245/ref=tmm_pap_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=&sr=

Da “Pastor che a notte ombrosa nel bosco si perdé…” ad “Amor che torni…”: un’unica storia scritta con infinita dolcezza mista ad intensi sentimenti da Lodovica San Guedoro

Usciti rispettivamente nel marzo del 2017 e nel settembre del 2019

E ANCORA NON RECENSITI DALLA STAMPA ITALIANA
OCCUPATA IN ALTRE COSE MA DESTINATI AD ENTRARE MANO NELLA MANO NEL PANTHEON DELLA LETTERATURA!

DUE GRANDI ROMANZI D’AMORE UN VIAGGIO NEL MARE DEL SENTIMENTO E DELLA SENSUALITÀ

UN’ESALTAZIONE DELLA POTENZA VITALE DELL’AMORE,

DELLA SINCERITÀ E DELLA VERITÀ, UN’OPERA CONTRO LA PORNOGRAFIA, LA DEFORMAZIONE DEI SENTIMENTI E DEI GESTI, UNA STORIA COME NON NE SONO MAI STATE CONCEPITE NÉ IN FRANCIA NÉ IN RUSSIA NÉ… IN ITALIA

SCRITTA IN LINGUA ITALIANA E SCRITTA DA…

UNA DONNA!

www.felixkrulleditore.de
Una casa editrice senza eguali

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci, fondatrice ed amministratrice dall'8 luglio 2016 . Il blog nasce dalla mia passione per i libri da sempre, dalla voglia di parlarne e fare rete culturale, perché io penso che il web, i blog, i social si possono usare in tanti modi, io ho scelto di creare un'oasi culturale. io sono pienamente convinta che leggere ci insegna a pensare e a essere liberi. "Leggere regala un pensiero libero come un volo di farfalle, un’anima con i colori dell’arcobaleno , forza e creatività" è il mio motto. Editor freelance, correttore di bozze, grafica. Servizi editoriali .

Una risposta a “UN’EDUCAZIONE SENTIMENTALE IN DUE LIBRI Di LUDOVICA SAN GUEDORO, EDITI FELIX KRULL EDITORE.”

  1. “Pastor che a notte ombrosa nel bosco si perdé … ” è una testimonianza meticolosa, intima e potente di un sentimento d’amore finalmente vissuto in modo non convenzionale. L’Autrice dà voce ad una sensibilità, senza sesso e senza età, poco esplorata dalla letteratura, specialmente da quella contemporanea, che privilegia forme stereotipate di relazione amorosa: dinamiche più riconoscibili, certo, nelle quali è però sempre più arduo riconoscersi. Una sensibilità che io stessa, giovane lettrice e giovane donna, ho sempre avvertita e rinnegata, pur di corrispondere all’ideale di sensualità femminile che vedevo spopolare e al quale ho davvero creduto di dovermi adeguare. Questo libro ha rappresentato per me una sorta di rivoluzione, la liberazione da un peso, il dissolvimento del timore d’esser sola, estranea alla sessualità per com’essa ci è raccontata: una favola pornografica, peraltro poco incantevole. Non dev’essere stato facile, per l’Autrice, mettersi a nudo e parlare d’amore, in un mondo che d’amore non vuol sentir parlare. E la sua denuncia suona per questo ancora più grave. La sofferenza, qui, è come cenere: dice di un sentimento divorante e di aspettative tradite. Stordisce, avvolge il cuore come un sudario di polvere, ne ovatta l’eco di dolore. Ma quella sensibilità non può che rinascervi, moltiplicarsi nel petto di lettrici e lettori, e lacerare sempre di nuovo il velo dell’incomprensione.
    CHIARA MELANDRI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.