Splendore, Margaret Mazzantini

Splendore, Margaret Mazzantini

Splendore, Margaret Mazzantini

I protagonisti Guido e Costantino si conoscono da bambini. Guido è ricco ma abbandonato a se stesso dalla famiglia moralmente assente, Costantino è povero il figlio del portiere.  Tra i due nasce una relazione tormentata che li accompagnerà fino all’età adulta ed oltre.

Siamo negli anni 60 ed una relazione omosessuale è inaccettabile. Entrambi si costruiscono una vita normale con una famiglia, continuando ad avere a sprazzi un rapporto segreto a tutti.

Rapporto non accettato mai da Costantino che vive la sua omosessualità come una malattia, un qualcosa di cui vergognarsi, un qualcosa di brutto e violento. Guido la vive più serenamente ma subisce il modo di viverla dell’amico amante.

Fino all’epilogo che non racconterò che stravolge la vita di entrambi.

La Mazzantini  in questo romanzo è a tratti cruda e crudele , racconta il bello e soprattutto il brutto di questa relazione proibita. Molti l’hanno  accusata di raccontare questa storia con sentimenti omofobi, ma per me ha raccontato semplicemente una storia d’amore, amore tormentato e tormentoso , non dimentichiamo che il tutto è ambientato negli anni 60.

A me ha commosso , fatto piangere ed a tratti anche arrabbiare. L’autrice ha il grande merito ,  in tutti i suoi libri che ho letto , di farti entrare completamente nella storia, ed anche qui ci è riuscita completamente eri là a vivere il loro tormentatissimo amore.

Margaret Mazzantini

Margaret Mazzantini Scrittrice, drammaturga e attrice italiana.
Figlia dello scrittore Carlo Mazzantini e di una nota pittrice irlandese, si diploma presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica all’inizio degli anni anni Ottanta.
Successivamente si esibisce come attrice di teatro, cinema e televisione ma è conosciuta soprattutto come scrittrice; ha infatti esordito in letteratura con Il catino di zinco(Marsilio Editori, 1994), vincitore del Premio Campiello e del premio Opera Prima Rapallo-Carige. Con Non ti muovere (Mondadori 2002) ha vinto il premio Strega. Nel 2008 la Mazzantini è ritornata nelle librerie con il romanzoVenuto al mondo. Del 2011 èNessuno si salva da solo (Mondadori). Del 2011 è Mare al mattino (Einaudi); del 2013 è un altro romanzo edito da Mondadori: Splendore

Titolo : Splendore

Autore : Margaret Mazzantini

Editore : Mondadori

Collana : Scrittori italiani e Stranieri

Prezzo € 17

Trama

“Avremo mai il coraggio di essere noi stessi?” si chiedono i protagonisti di questo romanzo. Due ragazzi, due uomini, due destini. Uno eclettico e inquieto, l’altro sofferto e carnale. Una identità frammentata da ricomporre, come le tessere di un mosaico lanciato nel vuoto. Un legame assoluto che s’impone, violento e creativo, insieme al sollevarsi della propria natura. Un filo d’acciaio teso sul precipizio di una intera esistenza. I due protagonisti si allontanano, crescono geograficamente distanti, stabiliscono nuovi legami, ma il bisogno dell’altro resiste in quel primitivo abbandono che li riporta a se stessi. Nel luogo dove hanno imparato l’amore. Un luogo fragile e virile, tragico come il rifiuto, ambizioso come il desiderio. L’iniziazione sentimentale di Guido e Costantino attraversa le stagioni della vita l’infanzia, l’adolescenza, il ratto dell’età adulta. Mettono a repentaglio tutto, ogni altro affetto, ogni sicurezza conquistata, la stessa incolumità personale. Ogni fase della vita rende più struggente la nostalgia per l’età dello splendore che i due protagonisti, guerrieri con la lancia spezzata, attraversano insieme. Un romanzo che cambia forma come cambia forma l’amore, un viaggio attraverso i molti modi della letteratura, un caleidoscopio di suggestioni che attraversa l’archeologia e la contemporaneità. E alla fine sappiamo che ognuno di noi può essere soltanto quello che è. E che il vero splendore è la nostra singola, sofferta, diversità.

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci, fondatrice ed amministratrice dall'8 luglio 2016 . Il blog nasce dalla mia passione per i libri da sempre, dalla voglia di parlarne e fare rete culturale, perché io penso che il web, i blog, i social si possono usare in tanti modi, io ho scelto di creare un'oasi culturale. io sono pienamente convinta che leggere ci insegna a pensare e a essere liberi. "Leggere regala un pensiero libero come un volo di farfalle, un’anima con i colori dell’arcobaleno , forza e creatività" è il mio motto. Editor freelance, correttore di bozze, grafica. Servizi editoriali .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.