Poesie dedicate all’autunno, una nostra piccola selezione.

Poesie dedicate all'autunno, una nostra piccola selezione.

L’autunno è arrivato già da qualche giorno , ma settembre lo consideriamo ancora estate, oggi è 1 ottobre e già si è tornati a scuola , le vacanze sono un ricordo , le foglie tra un pò cominceranno ad ingiallire, ed arriva la stagione che ci porterà verso l’inverno , il calduccio di un camino, la compagnia degli amici davanti ad una cioccolata calda. Oggi voglio proporvi una piccola selezione di poesie dedicate all’autunno stagione mite e romantica.

BORIS PASTERNAK – Autunno

Ho lasciato disperdersi i miei cari,

tutti i miei cari sono da tanto chissà dove,

e, nel cuore e nella natura, tutto

è pieno della solitudine di sempre.

Ed eccomi qui con te in questo capanno,

nel bosco senza nessuno e deserto.

Come nella canzone, i viottoli e i sentieri

già quasi li cancella l’erba.

Ora noi soli guardano

rattristati i muri di tronchi.

Non promettemmo di assaltare ostacoli,

noi periremo a viso aperto.

Ci sediamo all’una e ci alziamo alle tre,

io con un libro, tu con il ricamo,

e all’alba non ci accorgiamo

che abbiamo cessato di baciarci.

Più sfarzose e più sfrenate ancora

stormite, scrollatevi, foglie,

e con l’odierna angoscia fate

che trabocchi l’intero calice di ieri.

Attaccamento, trasporto, fascino!

Disperdiamoci nello stormire di settembre!

Immergiti tutta nel fruscio dell’autunno!

Vieni meno o esci di senno!

Tu l’abito lasci via, così,

come il bosco lascia le foglie,

quando cadi nell’abbraccio

con la vestaglia dal fiocco di seta.

Tu sei il bene d’un passo funesto,

quando vivere dà più nausea d’un male.

Ma la radice della bellezza è l’ardire

e questo l’un verso l’altra ci attrae.

 

NAZIM HIKMET – Veder cadere le foglie

Veder cadere le foglie mi lacera dentro

soprattutto le foglie dei viali

Soprattutto se sono ippocastani

soprattutto se passano dei bimbi

soprattutto se il cielo è sereno

soprattutto se ho avuto, quel giorno,

una buona notizia

soprattutto se il cuore, quel giorno,

non mi fa male

soprattutto se credo, quel giorno,

che quella che amo mi ami

soprattutto se quel giorno

mi sento d’accordo

con gli uomini e con me stesso.

Veder cadere le foglie mi lacera dentro

soprattutto le foglie dei viali

dei viali d’ippocastani.

GIOVANNI PASCOLI – Sera d’ottobre

Lungo la strada vedi su la siepe
ridere a mazzi le vermiglie bacche:
nei campi arati tornano al presepe
tarde le vacche.

Vien per la strada un povero che il lento
passo tra foglie stridule trascina:
nei campi intuona una fanciulla al vento:
Fiore di spina!…

 

EMILY DICKINSON – L’estate è finita

Sono più miti le mattine

e più scure diventano le noci

e le bacche hanno un viso più rotondo.

La rosa non è più nella città.

L’acero indossa una sciarpa più gaia.

La campagna una gonna scarlatta,

Ed anch’io, per non essere antiquata,

mi metterò un gioiello.

 

ADA NEGRI

Vorrei, pioggia d’autunno, essere foglia

che s’imbeve di te sin nelle fibre

che l’uniscono al ramo, e il ramo al tronco,

e il tronco al suolo;e tu dentro le vene

passi, e ti spandi, e si gran sete plachi.

So che annunci l’inverno: che fra breve

quella foglia cadrà, fatta colore

della ruggine, e al fango andrà commista,

ma le radici nutrirà del tronco

per rispuntar dai rami a primavera.

Vorrei, pioggia d’autunno, esser foglia,

abbandonarmi al tuo scrosciare, certa

che non morrò, che non morrò, che solo

muterò volto sin che avrà la terra

le sue stagioni, e un albero avrà fronde.

 

Robert Frost – Ottobre

O silenzioso mite mattino d’ottobre,

le foglie son mature per cadere;

il vento di domani, se avrà forza,

le spazzerà via tutte.

Chiamano i corvi sopra la foresta;

domani forse a stormi se ne andranno.

O silenzioso mite mattino d’ottobre;

lento comincia le ore di questa giornata.

Fa’ che il giorno ci sembri meno breve.

Non ci dispiace se tu dolcemente ci illudi,

illudici nel modo che tu sai.

Stacca una foglia allo spuntar dell’alba,

a mezzogiorno stacca un’altra foglia;

una dai nostri alberi, ed un’altra

molto lontano.

Trattieni il sole con nebbie gentili;

incanta la campagna d’ametista.

Ma piano, piano!

Per amore dell’uva, se non altro,

i cui pampini bruciano nel gelo,

i cui grappoli andrebbero distrutti

per amore dell’uva lungo il muro.

 

Ecco le 6 poesie che abbiamo scelto per voi voi quali preferite? Io amo quella di Pascoli mi risveglia ricordi d’infanzia.

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci, fondatrice ed amministratrice dall'8 luglio 2016 . Il blog nasce dalla mia passione per i libri da sempre, dalla voglia di parlarne e fare rete culturale, perché io penso che il web, i blog, i social si possono usare in tanti modi, io ho scelto di creare un'oasi culturale. io sono pienamente convinta che leggere ci insegna a pensare e a essere liberi. "Leggere regala un pensiero libero come un volo di farfalle, un’anima con i colori dell’arcobaleno , forza e creatività" è il mio motto. Editor freelance, correttore di bozze, grafica. Servizi editoriali .

2 Risposte a “Poesie dedicate all’autunno, una nostra piccola selezione.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.