Formule mortali di François Morlupi

Formule mortali di François Morlupi

18 agosto, ore 6.28: il signor Massotti, dedito al suo jogging mattutino, nel parco donato da Mussolini ai cittadini romani verso la fine degli anni venti, Villa Sciarra, fa un ritrovamento raccapricciante: un corpo privo di vita e orribilmente straziato e mutilato, si manifesta ai suoi occhi.

“Il corpo, o meglio quello che ne era rimasto, era stato impalato vicino ad un albero presso un villino. Solo il busto era stato conficcato, e la punta a forma di cavalletto a costa tagliente era stata fatta penetrare dai genitali, resi totalmente indistinguibili dalla grandezza della ferita. Gli arti invece erano stati recisi. La testa della vittima era quasi irriconoscibile, tumefatta dai colpi ricevuti. Era poggiata per terra a fianco al busto penzolante. I due occhi erano chiusi e gonfi come delle palle da tennis mentre la bocca con la lingua penzolante emanava dolore, incomprensione e terrore.”

Purtroppo, non sarà l’unico. Altri efferati delitti saranno i protagonisti di una calda estate e coinvolgeranno il commissariato di Monteverde, trascinando il commissario e il suo vice fino in Corsica. Un filo conduttore accomuna gli omicidi: l’utilizzo di strumenti di tortura risalenti ad epoca medievale; la presenza di alcune formule che infittisce il mistero; il ritrovamento nello stomaco delle vittime di una insolita moneta sulla quale è inciso un pesce e la drammatica scoperta che gli omicidi fossero ripresi da una telecamera.

Si tratta di un serial killer o le persone coinvolte sono molteplici? È fanatismo religioso esasperato o mera follia?

Un romanzo fortissimo e avvincente, degno di un grande maestro dell’horror. Coinvolgente, appassionante e sempre ricco di pathos, trascina il lettore, pagina dopo pagina, in un percorso complesso e articolato.

Morlupi, nella esposizione attenta e meticolosa, non lesina riguardo la descrizione dei tratti psicologici e caratteriali dei vari personaggi. Inoltre si sofferma su una realtà tanto agghiacciante quanto poco nota: l’esistenza e la pratica dello “snuff movie”, cioè l’uccisione di un essere umano ripresa da telecamere e senza ausilio di effetti speciali, destinata a un pubblico vizioso e perverso.

Un magnifico romanzo d’esordio, di cui consiglio assolutamente la lettura, previo la consapevolezza di dover affrontare un percorso cruento e violento.

Fabiana Manna

Titolo : Formule mortali

Autore : Francois Morlupi

Editore :  Croce libreria

EAN: 9788864023311

Prezzo : € 15

François Morlupi (Roma, 1983), italo-francese, lavora in ambito informatico in una scuola francese di Roma. Grande appassionato di gialli in generale e in particolare di quelli scandinavi, di storia contemporanea e di film coreani.

Formule Mortali rappresenta il suo esordio letterario, noir ambientato nei luoghi e fra la gente della Roma che frequenta quotidianamente. Un romanzo avvincente che apre una finestra sull’odierna realtà capitolina.

La descrizione del libro

In una torrida estate romana un passante scopre un cadavere di un uomo atrocemente torturato e mutilato. Sul terreno insanguinato gli arti amputati disegnano una celebre formula fisica. È il primo di una serie di omicidi rituali che coinvolgono vittime senza alcun legame apparente. A tentare di risolvere il caso è chiamato il commissario Ansaldi, professionista integerrimo ma tormentato dall’ansia e dagli attacchi di panico. Ad accompagnarlo in questa avventura verso il male, il vice ispettore Loy, una ragazza con un forte disturbo antisociale di personalità, e altri tre membri del commissariato di Monteverde. Tenteranno insieme di venire a capo di quello che ormai i media hanno battezzato come “il caso delle formule mortali”, un’indagine dopo la quale nessuno dei protagonisti sarà più lo stesso.

Pubblicato da Fabiana Manna

Salve! Sono Fabiana Manna e adoro i libri, l’arte, la musica e i viaggi. Amo la lettura in ogni sua forma, anche se prediligo i thriller, i gialli e i romanzi a sfondo psicologico. Sono assolutamente entusiasta dell’idea della condivisione delle emozioni, delle impressioni e delle percezioni che scaturiscono dalla lettura e dalla cultura. Spero di essere una buona compagna di viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.