Che storia è questa di Claudio Rossini

Che storia è questa. Genesi e chiarimenti di un fondamentale «patrimonio dell’umanità», di Claudio Rossini edito EBS print.

Non mi capita spesso di condividere con l’autore interamente un libro dall’inizio alla fine, nelle intenzioni, nelle scelte di contenuto, nelle citazioni e nelle argomentazioni.
Con “Che storia è questa” è proprio quello che accade e ne ho ulteriore conferma anche con l’ultima citazione, che come lui avrei scelto: “Leggere libri è il gioco più bello che l’umanità abbia inventato” (W. Szimborska).
L’obiettivo da raggiungere per Claudio Rossini “è quello di accendere la fiammella della curiosità per approfondire … e di far comprendere che la storia è un fondamentale ed imprescindibile patrimonio concettuale dell’umanità.”
Quando alla fine si chiede se sia riuscito almeno ad incuriosire il lettore e ad averlo persuaso dell’importanza e del valore della storia, sono certa che meriti una risposta rassicurante, un sorriso, un cenno d’assenso, proprio come faremmo con un insegnante innamorato della materia che insegna, sempre preoccupato dell’approccio da offrire ai propri allievi per rendere chiaro e visibile ogni passaggio.
Quella che ci ritroviamo tra le mani è, come lo stesso autore ama definirla, una “piccola guida da appassionato”, che ben si presta alla valorizzazione e alla divulgazione della materia, utile anche per una rapida consultazione, quando necessita.
In essa trovano spazio, trattati con semplicità, chiarezza e passione,
tutti gli argomenti inerenti alla STORIA: i contributi metodologici e intellettuali, la storia al cinema, le fonti storiche, il laboratorio dello storico, il rapporto tra la storia e le altre discipline, gli epistolari di interesse storico, le frasi celebri, la sitografia, le risorse in rete.
Da Ecateo a Erodoto a Tucidide …fino a Durkheim, Bloch, Fabvre, Braudel e Duby, l’autore ci propone non solo una panoramica completa, con elementi significativi di ciascuno, ma anche delle schede riassuntive con note biografiche e opere, di indiscussa utilità.
La storia al cinema, con il suo noto fascino immediato, trova valida conferma nell’esempio di Charlie Chaplin, la cui “opera rappresenta davvero uno spaccato della prima parte del secolo scorso, con tutte le sue problematiche”.
L’inconfutabile affermazione che la storia si possa “anche considerare come un gigantesco e articolato laboratorio di conoscenze”, viene suffragata dai riferimenti al romanzo storico, dove le raffinate ed eleganti ricostruzioni di periodi storici in un dato ambiente, unite alle vicende dei protagonisti, danno vita ad opere indimenticabili, come I PROMESSI SPOSI, LA MONTAGNA INCANTATA e tanti altri a noi più vicini nel tempo.
Quando l’autore condivide la sua esperienza personale diventa prodigo di consigli, e ben sappiamo che non si tratta di parole vuote, ma di pratica di vita. Potremmo utilizzarlo come slogan il suo “Non smettere mai di sognare, la passione vince sempre”, incoraggiante per tutti, perché testimonia un momento speciale del suo percorso formativo, precisamente il suo primo esame di storia all’Università, a cinquant’anni! È un uomo maturo che si è messo in gioco con la sua passione quello che ci ricorda che c’è sempre tempo per realizzare i propri sogni.
Teoria e pratica sono un tutt’uno e Claudio lo ricorda bene quando, alla ricerca delle proprie radici, deve scegliere le fonti storiche per costruire il suo l’albero genealogico: dall’intervista agli anziani della famiglia, con il dovuto rigore e continue verifiche, ad ogni sorta di elemento scritto, materiale, iconografico o visivo. La storia è una scienza, non un passatempo!
Acquisire il giusto atteggiamento critico allora vorrà dire anche “Spegnere la tv, accendere il cervello, usarlo bene, esser attenti agli esseri umani, migliorare il proprio bagaglio culturale” per ripartire con un’adeguata conoscenza della storia e affrontare con successo i problemi del presente.

Maria Teresa Lezzi Fiorentino

È una esposizione semplificata della genesi e delle strutture del ramo principale dello scibile umano, di cui tutto è permeato; un piccolo compendio, non convenzionale, di storiografia che propone riflessioni sull’ essenza e sulla rilevanza della STORIA, anche e soprattutto ai giorni nostri; infine è un invito alla scoperta dei suoi tesori: non solo siti archeologici ed antichi papiri ma anche sorprendenti testi, opere d’arte, documenti e lettere, tra biblioteche, musei ed archivi, senza trascurare le potenzialità offerte dalle risorse digitalizzate e messe in rete.

Autore: Claudio Rossini
Editore: EBS Print
Anno edizione: 2021
In commercio dal: 2 agosto 2021
Pagine: 140 p., Brossura
EAN: 9791259682772

Pubblicato da Maria Teresa Lezzi Fiorentino

Maria Teresa Lezzi Fiorentino vive a Lecce, sua città natale, dedicandosi alla famiglia e al lavoro. Coltiva da sempre due grandi passioni, lettura e scrittura, per sé e per tutti coloro ai quali riesce a trasmettere il proprio entusiasmo. Il fulcro intorno a cui hanno ruotato i suoi scritti, articoli e recensioni, è stato per lungo tempo l’assetto metodologico-didattico, con un’attenzione particolare alla sfera emozionale e al benessere degli alunni. Dopo un appassionante percorso professionale in varie scuole del Salento, che ha visto l’autrice insegnante di scuola materna, psicopedagogista e docente di materie letterarie, nel 2018 avviene la svolta ed inizia una nuova stagione della vita,in cui la scrittura privilegia la narrazione, partendo dalla quotidianità e dalla memoria del tempo vissuto. È tempo di racconti brevi, lettere, autobiografie e recensioni. Sono dell’autrice, pubblicati con Youcanprint:Di vita in vita, La via maestra, Spigolando tra i ricordi, Passo dopo passo … e altri racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.