Il mio girotondo di emozioni di Elenia Stefani

Inizio questa recensione facendo i complimenti all’autrice, per l’amore infinito che è riuscita a trasmettere attraverso questa raccolta di poesie e pensieri. La parola chiave di questo libro è la maternità, vissuta come è giusto che sia: il momento più bello che una donna possa ricordare!

Elenia  Stefani ci parla delle sue emozioni, delle sue gioie, dei suoi sentimenti e della consapevolezza che un figlio possa cambiare davvero la vita di una donna, naturalmente in meglio!

La raccolta si divide in tre sezioni: la prima dedicata alla meravigliosa Carlotta, frutto dell’amore infinito tra Elenia e Michele, la seconda alla vita di Elenia prima e dopo aver cambiato città e l’ultima parte è rivolta alle svariate emozioni “del mondo” che l’autrice riporta con grande trasparenza ed eleganza.

“Non riesci a capire quanto bella sia la vita finché non ti perdi negli occhi di tua figlia. Sei il mio cuore fuori dal petto. Ogni giorno nel mio mondo ci sei tu”.

È quasi tangibile l’amore che questa mamma prova per la sua creatura; un sentimento che riscalda il cuore, una gioia talmente grande che non si può contenere, una carezza all’anima che allevia e allontana qualsiasi sfondo grigio.

Ora  hai tra le braccia tua figlia, il frutto del tuo amore. Guardi e che fai?Trattieni una lacrima e sorridi. Non puoi far altro che piangere di gioia”.

Nella sezione “Pensieri” Elenia ci racconta della sua solitudine, delle sue sofferenze, delle sue lacrime, ma anche delle sue gioie, dei suoi affetti, delle sue passioni, del suo rapporto con la natura sottolineando il suo legame con la sua città natale, anzi il suo magico paesello Combai,  tra le montagne stile Heidi in provincia di Treviso.

Lacrima tu sola sai perché scendi dal viso. Tu sola  sai a chi sei dedicata. A volte immergersi in questa piena solitudine è l’unico modo per riscoprire chi siamo. Meglio una sofferenza che fa crescere anziché una sofferenza causata da rimpianti”. Combai cerco di vederti e ricordarti e mi metto a camminare tra le tue pietre”.

Dolcissimo il modo con cui l’autrice canta il suo amore per il marito Michele; per lui a diciotto anni lascia il suo paese e la sua famiglia trasferendosi a Brescia.

“Ogni tuo gesto innamorava. Ora uomo marito padre. Poi è arrivata lei la vita è cambiata ma non il nostro amore non ha perso il suo candore”.

L’autrice mette a nudo tutte le sue emozioni regalando al lettore attimi di commozione che rappresentano una speranza in questa società fredda e distaccata nella quale viviamo.

Intense le parole dedicate al “contadino poeta”, cioè il papà della stessa autrice. “A te che sai stringere senza far male. Che poeticamente condividi la tua vita”.

Elenia ,torna indietro con il pensiero, e riesce a far respirare anche al lettore il suo amore per la sua terra; soprattutto ricordando la sua adorata neve. “Siamo fatti tutti di memorie e tu, dolce neve, accompagni solo momenti passati dolci e soavi”.

L’ultima parte del libro è dedicata ai pensieri del mondo, alle emozioni trasmesse ad Elenia attraverso racconti e confidenze. Così vengono cantati amori non corrisposti, cuori gelati, volti ricoperti da maschere e  labirinti fatti di bugie. Anche questo è l’amore e anche questa è la vita ed è giusto che sia così!

“ Il suo cuore fragile e innamorato si è gelato. Se non piangono gli occhi piangono anima e cuore. A volte il viso sorride ma è solo una maschera. Le bugie non portano da nessuna parte. È un labirinto senza alcuna uscita”.

Io ne consiglio la lettura e concludo la recensione con le meravigliose parole della stessa autrice: “Poi arriva lei e scopri che il giorno più grande, importante, emozionante, indissolubile, indescrivibile, è quello in cui metti al mondo tua figlia”.

Alessandra Di Girolamo

Elenia Stefani nasce nel 1990 a Combai di Miane, un paesello tra le montagne in provincia di Treviso e si diploma al Liceo Socio-psico-pedagogico della sua zona.

Ha abitato fino ai 18 anni con papà Diego, poeta contadino, e con la mamma Carla, ristoratrice dedica al suo lavoro.

Ultima di quattro sorelle, ama definirsi “il fuori programma” nella vita della sua famiglia.

Innamoratasi di Michele, per lui ha deciso di trasferirsi a Brescia dove è diventata moglie e poi mamma.

“Il mio girotondo di emozioni” è la sua prima raccolta di poesie e pensieri.

Mail: info@eleniastefani.com

 

LINK VARI

https://www.facebook.com/EleStefani/

https://www.instagram.com/elenia_stefani/

https://www.pinterest.it/eleniastefaniscrittrice/

 

La descrizione del libro

“Se ora scrivo, lo devo a mia figlia Carlotta perché è stata lei a far scattare quel desiderio di mettere su carta i miei pensieri, le mie emozioni; prima di lei non mi era nemmeno per la mente”.

Si parla di tanti pensieri stupendi, è proprio il caso di dirlo, perché questa raccolta è permeata solo di bellezza.

Nascite, amori, ma anche lacrime –a volte il dolore è utile a far apprezzare il valore della vita; qui la gioia di vivere è di casa.

Al lettore il compito i abitarla serenamente.

Poesie e pensieri che riscoprono, nella semplicità della parola, una splendida ragion d’essere.

Il libro è diviso in 3 sezioni: la prima racchiude poesie dedicate ai figli e con tematica l’esser genitore; la parte centrale racconta delle emozioni che spesso viviamo tutti quanti e che la scrittrice ha vissuto; la terza parte ci fa conoscere emozioni che sono state vissute da persone vicine alla poetessa e che lei ha reso in poesia.

Ogni scritto è accompagnato da una fotografia che consente al lettore di tuffarsi ancor di più nella lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.