Crea sito

Segnalazione della silloge poetica ” Le memorie dei giganti” di Francesco Morga

Segnalazione della silloge poetica " Le memorie dei giganti" di Francesco Morga

LE MEMORIE DEI GIGANTI

di Francesco Morga

Genere: silloge poetica

Edizioni Montag

Numero pagine: 51

Prezzo: € 14,00

 

“Le Memorie dei Giganti” è una silloge di trentuno poesie che parla del tempo e della memoria persa nel tempo. Di come i sentimenti si nutrano di ricordi e dell’amore che si nutre di se stesso.

Ogni essere umano è le esperienze che lo hanno formato, i giganti che popolano il suo subconscio, i mostri che è costretto ogni giorno ad affrontare. Ma i giganti sono anche le memorie su cui l’umanità stessa basa la propria storia. Tutto ciò si dipana in trentuno liriche in versi liberi attraverso i quali prende forma una storia d’amore dai toni a volte agrodolci, altre drammatici o tragici.  Vita e morte, gioie e dolori, speranze e rimpianti tentando di fare ordine tra i pensieri di chi scrive e quelli di chi legge. (Dalla quarta di copertina)

 

Le Memorie dei Giganti è disponibile on-line e ordinabile in libreria.

 

Pagina Instagram autore: https://www.instagram.com/frankbooksandmovies/?hl=it

 

Pagina Facebook dell’autore: https://www.facebook.com/Frank.R.Autore/

 

Il libro nel sito dell’editore: http://www.edizionimontag.com/shop/scheda.asp?id=649

 

Ibs: https://www.ibs.it/memorie-dei-giganti-libro-francesco-morga/e/9788868922382?inventoryId=99749063

L’autore

Francesco Morga, nato a Bari il 16 Dicembre 1983, è laureato in Lettere e specializzato in Filologia Moderna. Sin da ragazzino ha collaborato con vari siti web pubblicando racconti, poesie e recensioni.

Avido lettore, appassionato di cinema, musica e horror, dal 2011 gestisce il blog Combinazione Casuale, in cui tratta in particolar modo di cinema.

Nel 2013 ha auto-pubblicato la sua prima silloge poetica, Xibalba, in formato eBook su Amazon. Nel 2015 ha partecipato alla raccolta di racconti C’era St(r)avolta, edita dalla Homeless Book.

Le memorie dei giganti è la sua ultima silloge poetica edita da Montag.

Estratto dal libro

Mai più Budapest, allora;

non la rivedrò mai più.

Ma sarà lontana

la campana dei treni

e le ore da rincorrere,

le cose più stupide

o quelle più importanti

che poi, lo sappiamo,

sono la stessa cosa.

(da Non rivedrò mai più Budapest)

 

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci, fondatrice ed amministratrice dall'8 luglio 2016 . Il blog nasce dalla mia passione per i libri da sempre, dalla voglia di parlarne e fare rete culturale, perché io penso che il web, i blog, i social si possono usare in tanti modi, io ho scelto di creare un'oasi culturale. io sono pienamente convinta che leggere ci insegna a pensare e a essere liberi. "Leggere regala un pensiero libero come un volo di farfalle, un’anima con i colori dell’arcobaleno , forza e creatività" è il mio motto. Editor freelance, correttore di bozze, grafica. Servizi editoriali .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.