Crea sito

“Disobbedire alla mente errante – defusione cognitiva e mediazione sensoriale”, di Vincenzo Di Spazio

"Disobbedire alla mente errante - defusione cognitiva e mediazione sensoriale", di Vincenzo Di Spazio

“Il compito di questo manuale non è soltanto quello di riflettere su quanto accade nel mondo dei pensieri quando si viene esposti a eventi che fanno male, ma offre una potenziale arma per risollevarsi e combattere con onore”. (Vincenzo Di Spazio)

Cos’è la Defusione Cognitiva? Perché la mente è errante e soprattutto, perché bisogna disobbedirle? Ho sempre sostenuto che “la mente, mente” e qui tale teoria, e/o convinzione, trova in un certo qual modo, conferma. Ma procediamo per ordine.
Vincenzo Di Spazio, autore di questo piccolo ma intenso saggio, è un medico psicosomatico e un esponente della psicologia energetica italiana. Non entrerò nella specificità delle competenze del Dott. Di Spazio ma, ho ritenuto fondamentale accennarne solo per far comprendere la tipologia di lettura che si va ad affrontare.


La defusione cognitiva è una tecnica che deriva dalla terapia cognitiva comportamentale, ovvero quel genere di psicoterapia che aiuta ad affrontare quei disturbi psicopatologici come le fobie, gli stati d’ansia, gli attacchi di panico etc. Secondo questo genere di terapia vi è una stretta correlazione tra pensieri e comportamenti. La defusione cognitiva, di contro, si pone come obiettivo la riduzione dei pensieri negativi e indesiderati che a lungo andare possono diventare ossessivi e lesivi al punto tale da farci scivolare dalle mani il timone che governa la nostra intera esistenza. “I pensieri diventano cose” , afferma Mike Dooley nel suo saggio di qualche anno fa , “L’arte di far accadere le cose”, e aveva pienamente ragione; diventano cose tanto in maniera positiva quanto in maniera negativa. E lo diventano al punto tale da influire e influenzare l’andamento della nostra vita. Ma siamo noi gli artefici, pur inconsapevolmente, di tale stato di cose; siamo noi ad alimentarli: maggiori sono le nostre emozioni e i nostri sentimenti negativi e fobici, maggiore sarà la tipologia di nutrimento offerto alla nostra mente che si troverà, di conseguenza, a formulare altrettanti concetti sempre più avversi e ossessivi. Certo è che diventa quasi impossibile ignorare o sfuggire a un certo tipo di pensieri. Occorrerà trovare un compromesso, scendere a patti con i nostri pensieri indesiderati ma sempre più presenti, e per farlo sarà necessario relazionarsi con essi, entrare in “empatia” ma senza considerarli verità assolute. Ecco quindi, scendere in campo la defusione cognitiva che attraverso degli esercizi mirati, aiuta pian piano a disinnescare quei tormenti ricorrenti, come si farebbe con una bomba pronta ad esplodere. Sarà fondamentale innanzitutto riconoscere il nemico, successivamente imparare a sentirlo e infine apprendere le tecniche per lasciarlo andare.

Sembrerebbe semplice ma non lo è affatto, specie quando si è impigliati in quel circolo vizioso fra le insidie menzognere della mente. Ed ecco quindi perché bisogna disobbedire alla mente, proprio per rendere meno difficoltoso il nostro vivere quotidiano, e qui, in questo piccolo-grande manuale troviamo ben dieci tipologie di disobbedienza, che danno inoltre il titolo ad altrettanti capitoli, e la trascrizione di cinquanta brevi esempi clinici, riportati esattamente come gli originali e il cui contenuto esprime chiaramente il conflitto emotivo e il disagio vissuto da ogni paziente, rappresentando il nodo cruciale del processo di liberazione dal dolore e dalla sofferenza. Liberazione che deve avvenire sotto la guida esperta di un terapeuta.


Non andrò oltre tanto perché priva di quelle competenze professionali cui attingere per spiegazioni più tecniche e dettagliate e, anzi, colgo l’occasione per scusarmi qualora taluni concetti espressi siano stati mal interpretati, quanto per lasciare al lettore la curiositas di approfondire la conoscenza di una materia complessa ma estremamente affascinante. Mi preme sottolineare che nonostante l’argomento trattato, il linguaggio è accessibile a tutti e facilmente comprensibile. La narrazione è scorrevole e totalmente priva di refusi e/o errori di varia natura. Sicuramente consigliata la lettura.


Teresa Anania

L’arte di far accadere le cose, Mike Dooley

DESCRIZIONE:

La rabbia per l’ingiusto licenziamento, il senso di colpa per la perdita del bambino durante la gravidanza, la disperazione per la fine del matrimonio sono alcuni esempi di invisibili trappole mentali che imprigionano l’individuo nella morsa del Passato. Chi escogita queste terribili esche si nasconde dentro di noi e fa parte di noi: è la Mente Errante, programmata per “congelare” il pensiero nei vortici di un vissuto traumatico irrisolto o per generare scenari futuri catastrofici e distruttivi. Convinzioni sabotanti e credenze limitanti sono virus cognitivi ed emozionali che fiaccano ogni possibile resistenza attraverso una continua replicazione, imprigionando la vittima fra legacci invisibili, ma potenzialmente indistruttibili se non si sa come affrontarli. La Defusione Cognitiva a Mediazione Sensoriale (DCMS), spiegata da Di Spazio in questo libro, è una tecnica innovativa ed efficace per aggirare la trappola di questo nemico interiore e finalmente disobbedire ai comandi coercitivi della Mente Errante recuperando una vera libertà di pensiero e azione.

AUTORE: Vincenzo Di Spazio

TITOLO: Disobbedire alla mente errante – Defusione cognitiva e mediazione sensoriale

EDITORE: Spazio Interiore

COLLANA: Universo Olistico

USCITA: 23.03.2021

PAGG: 112 – Brossura

PREZZO: €. 9,00

EAN: 9791280002068

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.