“7”, di Cataldo Scatamacchia

“Oltre la criminalità esiste un’ombra ancora più inquietante, qualcosa che resta in bilico tra il lecito e l’illecito, serpeggia nel sacro e si crogiola nel profano. …” (cit.)

7

Cataldo Scatamacchia, autore di questo primo romanzo giallo, molto intrigante, edito da Porto Seguro, è specializzato in “Scienze Criminologiche per l’Investigazione e la Sicurezza”, ambientato nella Capitale dove da tempo accadono episodi criminosi legati al mondo dell’occulto.

Protagonista principale del romanzo, Ettore Borgia, laureato in Criminologia e con uno spiccato intuito, oltre che interesse, per tutto ciò che riguarda i cosiddetti mondi paralleli dell’oscurità, è quello che potremmo inizialmente definire il classico “figlio di famiglia”, costretto a vivere con i genitori, alla ricerca di una collocazione nel mondo lavorativo ma che deve accontentarsi di incarichi precari e saltuari che nulla hanno a che vedere con i suoi studi e la sua vocazione. Si sente un fallito, sfruttato da una società che sa pretendere e prendere senza dare.  Lo specchio della nostra realtà, di quella di molti giovani costretti ad andare all’estero per poter mettere in campo le proprie conoscenze e le proprie peculiarità.

La svolta arriva per Ettore dopo la morte del padre, quando viene contattato dalla Santa Sede per un incarico che apparirà, in un primo momento, lontano dalle sue aspettative ma grazie al quale potrà finalmente avere un’indipendenza economica inimmaginabile fino a quel momento.  Qui incomincerà una sorta di “iniziazione” che diventerà man mano una vera e propria full immersion all’interno di una serie di documenti non accessibili al pubblico che gli consentiranno di ampliare le sue conoscenze esoteriche e lo condurranno, parallelamente, a collaborare con le forze dell’ordine per far luce su fatti legati al satanismo e al mondo delle sette, a uccisioni macabre, riti oscuri e furti ad hoc.  Ma nulla è mai come appare ed è nei luoghi più impensabili che si celano le situazioni ottimali per personaggi ambigui …

Nulla è lasciato al caso a iniziare dal titolo: 7; numero dall’alto valore simbolico. Numero magico per eccellenza sul quale occorrerebbe soffermarsi lungamente e che all’interno del romanzo, assume un significato dualistico oltre che ritornare in più di una occasione. Non c’è nulla di scontato e non essendo neofita dell’argomento trattato, posso affermare che l’autore ha saputo egregiamente coniugare particolari legati al mondo dell’occulto senza mai appesantire la trama tanto meno a banalizzare l’argomento e riuscendo addirittura in alcuni passi anche a far sorridere il lettore.

Ben scritto, interessante e coinvolgente. Scorrevole e mai prolisso né ripetitivo, fino ad arrivare a ciò che potrebbe apparire, a chi si approccia per la prima volta a tali argomentazioni, un incredibile colpo di scena finale.  La tematica è trattata con attenta analisi e serietà, dosando egregiamente la suspense che induce a proseguire voracemente la lettura per giungere alla verità dei fatti. 

Soffermarsi ancora sulla trama che, a onor del vero, meriterebbe di essere raccontata dettagliatamente, toglierebbe al lettore il piacere di immergersi in un microcosmo, ahimè, non troppo lontano da quanto accade nella realtà e qui, sapientemente narrato.

Il romanzo ha tutte le carte in regola per avere un sequel ricco di approfondimenti e sviluppi con l’augurio di vederlo annoverato, nel tempo, nella grande famiglia delle serie televisive di successo.

Lettura consigliata.

Teresa Anania

DESCRIZIONE


La Capitale è martoriata da diversi episodi connessi al mondo del satanismo e dell’occulto: furto di oggetti sacri, vilipendio di cadavere, sedute spiritiche e messe nere. La Questura teme conseguenze giuridiche, la Santa Sede presagisce contraccolpi sociali; entrambe lavorano cooperando, ma questo non basta. Il mosaico dei fatti necessita di una figura esperta e super partes, e a ricoprire questo ruolo sarà Ettore Borgia. Classe 1981, laureato in Criminologia con il massimo dei voti e ricercatore zelante della verità, Ettore diventerà la chiave di volta collocandosi nel sottile spazio che separa il reale dall’immaginario, il lecito dall’illecito, la luce dall’oscurità. In 7. Il Marchio l’autore, attraverso una scrittura e uno stile scorrevole cerca di scardinare i paradossi legati alle sette sataniche e alle loro pratiche, un fenomeno sociale realmente pericoloso e di grande attualità. 

AUTORE: Catalda Scatamacchia

TITOLO: 7

EDITORE: Porto Seguro

USCITA: 08.07.2022

PAGG: 180 – Brossura

PREZZO: € 15,00

EAN: 9791254923726

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.